Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Turchia: il presidente del parlamento spera nella fine dello stato laico

Seguici su
Il presidente del parlamento turco, İsmail Kahraman, in un suo intervento alla conferenza “Nuova Turchia e nuova costituzione” ha fatto una dichiarazione che ha avuto un’ampia ripercussione sull’opinione pubblica turca.

Kahraman si è pronunciato contro il carattere laico della costituzione e ha proposto di riservare un posto all'Islam nella nuova legge fondamentale: "la nuova costituzione dovrà sbarazzarsi del laicismo. Dovrà prendere in considerazione la religione, dovrà essere di stampo religioso. Nonostante il fatto che nel testo della legge fondamentale non si farà menzione del nome di Allah nessuna volta, questa costituzione di fatto sarò religiosa. Perché? Perché dovrà contemplare le festività religiose statali e l'obbligo dell'insegnamento della religione nelle scuole. Perché noi,un paese musulmano, dovremmo evitare la religione? Noi siamo membri e fondatori dell'Organizzazione della cooperazione islamica, della banca islamica dello sviluppo. Nella nuova costituzione non dovrà esserci spazio per il laicismo".

Le dichiarazioni di Kahraman hanno immediatamente attirato le critiche dell'opposizione. Il capo della fazione parlamentare del Partito popolare repubblicano, Levent Gök, ha inviato il presidente del parlamento a dimettersi, accusandolo di grave attacco alla laicità dello stato, voluta dal fondatore della Repubblica turca Mustafa Kemal Atatürk. Il leader del Partito del movimento nazionale, Devlet Bahçeli, ha dichiarato che "questo tema è stato affrontato nel modo sbagliato, Kahraman deve rendersi conto del suo errore".

Reagendo alle critiche dell'opposizione, il leader della fazione parlamentare del Partito per la giustizia e lo sviluppo, Naci Bostanci, ha detto che il rifiuto del carattere laico della Costituzione "non è all'ordine del giorno."

La riforma costituzionale è il progetto del presidente Recep Tayyip Erdogan che mira a trasformare la Turchia da repubblica parlamentare a repubblica presidenziale, al fine di concentrare tutto il potere nelle mani del presidente. Adesso il capo dello stato non ha una vera autorità ed è considerato come una figura cerimoniale.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала