Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Elezioni in Macedonia, delegazione Ue a Skopje per visita di due giorni

© REUTERS / Marko DjuricaBandiera della Macedonia
Bandiera della Macedonia - Sputnik Italia
Seguici su
Il programma prevede l’incontro tra sette membri dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa con il presidente del Parlamento nazionale e il ministro dell’Interno Fyrom. L’obiettivo è verificare il clima politico nel Paese a poco più di due mesi dalle elezioni anticipate del 5 giugno.

People wave national flags during a protest in front of the Government building in Skopje, Macedonia. - Sputnik Italia
Macedonia, L'ultima protesta anti-governo a Skopje si conclude senza incidenti
Al via un nuovo ciclo di incontri istituzionali tra Ue e Macedonia. Le condizioni politiche e sociali nell'ex repubblica jugoslava rimangono instabili e critiche agli occhi di Bruxelles. Motivo per il quale, sette membri dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, sotto la guida dell'eurodeputato austriaco Stefan Schennach, sono a Skopje per incontrare il Presidente dell'emiciclo macedone e il ministro dell'Interno del Governo, ancora in carica per l'ordinaria amministrazione fino alle prossime elezioni.

"La situazione nell'ex Repubblica jugoslava di Macedonia rimane preoccupante", ha riferito nelle scorse ore la portavoce del servizio per l'azione esterna dell'Ue, Maja Kocijancic, durante una conferenza stampa.

Il tour della delegazione Ue a Skopje prevede anche faccia a faccia sia con le delegazioni dei partiti politici, che con diversi membri della commissione elettorale centrale e con i rappresentanti di media e comunità civile.

Alexander Vucic - Sputnik Italia
Elezioni Serbia, la vittoria di Vucic
Come riportato nel comunicato ufficiale, diramato dall'istituzione europea, la visita servirà a elaborare un rapporto sulla campagna elettorale in corso e sul clima instauratosi nel Paese dopo lo scioglimento della Camera e l'annuncio di nuove elezioni politiche, previste il prossimo 5 giugno. Una decisione presa dalle autorità macedoni sulla scia dello scandalo giudiziario che ha coinvolto diversi esponenti politici indagati nel maxi scandalo delle intercettazioni.

Intanto nel Paese la tensione non accenna a diminuire. Ieri migliaia di persone sono scese nuovamente nelle piazze della capitale per protestare contro la decisione del presidente Gjorgje Ivanov di graziare alcuni politici coinvolti nell'inchiesta e per chiedere il rinvio delle elezioni anticipate.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала