Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

AIEA: il disastro di Chernobyl ha contribuito allo sviluppo della sicurezza nucleare

© Sergey Starostenko / Vai alla galleria fotograficaCentrale nucleare di Chernobyl
Centrale nucleare di Chernobyl - Sputnik Italia
Seguici su
Per il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA), Yukiya Amano, la catastrofe di Chernobyl ha contribuito allo sviluppo della sicurezza nucleare.

"Chernobyl ha portato alla cooperazione internazionale per la sicurezza nucleare", ha dichiarato Amano.

Ulteriori miglioramenti sono stati raggiunti dopo il disatro di Fukushima del 2011, tuttavia la "lezione chiave" che scaturisce da entrambe le situazioni è che la sicurezza non può essere tralasciata.

"Bisogna evitare la negligenza a qualsiasi costo", si legge nel comunicato.

Il disastro di Chernobyl, in Ucraina, è avvenuto il 26 aprile 1986. Un'esplosione ha danneggiato il reattore numero quattro liberando nell'atmosfera grandi quantità di radiazioni. Al momento dell'incidente, la centrale di Cernobyl era la più potente dell'Unione Sovietica. 31 persone sono morte nei tre mesi successivi all'esplosione. Le conseguenze delle radiazioni, rilevate negli ultimi 15 anni, sono state la causa della morte di 60, 80 persone. 134 persone si sono ammalate di leucemia, alcuni in modo grave. Più di 115 mila persone sono state evaquate da un raggio di 30 km dalla zona dell'incidente. Le conseguenze delle liquidazione hanno colpito oltre 600 mila persone.

La commissione statale d'indagine sulle cause dela catastrofe ha addossato la responsabilità principale sul personale e sulla direzione della centrale.

L'AIEA ha istituito un proprio gruppo consultivo, conosciuto come Commissione per la sicurezza nucleare (INSAG), che basandosi sul materiale fornito dai sovietici e le dichiarazioni verbali degli esperti, sostiene pienamente questa tesi.

Secondo la Commissione, l'incidente è stato il frutto di una serie di violazioni delle norme e dei regolamenti da parte del personale operativo, e le conseguenze catastrofiche sono state determinate dalla messa in stato "non regolare" del reattore.

Nel 1991, Commissione atomica dell'URSS ha nuovamente esaminato la questione e ha concluso che "l'incidente di Chernobyl è stato avviato dalle azioni del personale operativo ed ha acquisito proporzioni catastrofiche a causa della cattiva progettazione del reattore".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала