Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’Italia vuole un piano per coordinare le missioni Ue e Nato nel Mediterraneo

© AFP 2021 / LMARS ZNOTINSLatvian officers stand guard during the NATO flag rising ceremony in front of the Presidents castle in Riga
Latvian officers stand guard during the NATO flag rising ceremony in front of the Presidents castle in Riga - Sputnik Italia
Seguici su
Ad annunciarlo è stato il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, alla fine del vertice europeo di oggi in Lussemburgo. La proposta non ha avuto ancora l’appoggio di tutti i paesi dell’Unione ed è stata consegnata all’Alto rappresentante Mogherini.

Jens Stoltenberg, Segretario NATO - Sputnik Italia
Stoltenberg: Russia e NATO terranno aperti i canali di dialogo politico
Italia, Germania, Francia, Regno Unito e Spagna. Sono questi i paesi che hanno presentato un documento per il coordinamento della missioni navali nel mar Mediterraneo. La richiesta di maggiore cooperazione durante le operazioni nell'area marina interessata dai flussi migratori è stata consegnata all'Alto rappresentante per la politica estera Ue, Mogherini, e al segretario generale della Nato, Stoltenberg, durante il vertice europeo di oggi in Lussemburgo.

"Senza coordinamento strategico e sinergia delle operazioni tra Ue e Nato nel Mediterraneo il fatto che combattiamo per gli stessi obiettivi diventa meno efficace — ha detto il ministro della Difesa italiano Pinotti che è anche primo firmatario del documento-. Mi pare che per questa proposta ci sia molto interesse: al di là dei meccanismi tecnici il Mediterraneo è un'urgenza".

La discussione, come riferito ai media dalla stessa Pinotti, era già stata intrapresa quando si era parlato della possibilità di una missione Nato nell'Egeo. L'obiettivo comune infatti è contrastare l'attività degli scafisti e quindi il traffico di esseri umani. Un tentativo quindi di intensificare la sinergia e il coordinamento strategico su tutte le operazioni condotte dall'Unione e dalla Nato nella gestione dei flussi migratori nel Mediterraneo.

Una proposta su cui solo alcuni paesi si sono accordati ma sulla quale potrebbero aprirsi nuovi margini.

"Mi pare che ci sia molto interesse", ha detto il ministro Pinotti dopo aver parlato con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала