Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tensioni in Macedonia, scontri e arresti davanti al Palazzo presidenziale di Skopje

© AP Photo / Vangel TanurovskiMacedonia, citta` di Skopje
Macedonia, citta` di Skopje - Sputnik Italia
Seguici su
Alle prime luci dell'alba la polizia macedone ha confermato l'arresto di dodici manifestanti e il ferimento di un giornalista durante le violenze della notte precedente. Le tensioni, secondo quanto riferito, sono scoppiate nel centro della capitale delle Fyrom dove si trovano i principali uffici istituzionali del paese.

People wave national flags during a protest in front of the Government building in Skopje, Macedonia. - Sputnik Italia
Macedonia, verso una nuova rivoluzione colorata?
Non si placano le proteste di piazza contro l'amnistia concessa dal Presidente Gjorge Ivanov ai politici politici indagati nell'inchiesta relativa alle intercettazioni telefoniche. Nelle scorse ore sostenitori dell'opposizione parlamentare e semplici cittadini sono nuovamente scesi in piazza per manifestare la propria contrarietà all'operato del Capo dello Stato e denunciare i dubbi sulla legittimità dell'amnistia.

L'atto di Ivanov, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e per questo divenuto legge, riguarda la concessione del provvedimento di amnistia a politici e funzionari pubblici indagati e condannati nel corso degli ultimi 36 mesi per aver divulgato materiale riservato e relativo alle conversazioni telefoniche di numerosi esponenti del governo e definito da molti un tentativo di colpo di Stato.

bandiera della Macedonia - Sputnik Italia
Macedonia, da mezzanotte si scioglie il Parlamento dopo lo scandalo dei brogli elettorali
Fino a ieri, l'unico imputato condannato alla reclusione per aver ricoperto un ruolo nella diffusione delle informazioni era stato Zvonko Kostovski, componente dei servizi segreti macedoni (Ubk). Grazie al provvedimento di Ivanov, tuttavia,  Kostovski è stato liberato. A maggio del 2015 lo 007 macedone era stato ritenuto colpevole di aver diffuso materiale secretato anche grazie all'aiuto dell'ex numero uno dei servizi Zoran Verusevski. Tanti i politici di spicco coinvolti nel caso, tra cui: Nikola Gruevski (ex premier); Zoran Zaev (principale leader dell'opposizione); Gordana Jankulovska (ex ministro degli Interni) e Saso Mijalkov (anch'egli ex direttori dell'Ubk).    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала