Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Entro 1 anno il G7 può discutere il ritorno della Russia nel G8

© REUTERS / Michael Kappeler/PoolAl vertice del G7
Al vertice del G7 - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro degli Esteri tedesco ha affermato che nessuno dei principali conflitti internazionali può essere risolto senza coinvolgere la Russia ed ha auspicato che presto il formato del G7 potrà essere sostituito dal G8 con il ritorno di Mosca.

Entro 1 anno il G7 può discutere la ripresa del formato del G8 e le condizioni che la Russia dovrà implementare concretizzare questo scenario, ha dichiarato il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier.

"Vorrei che non rimanessimo a lungo nel formato del G7, ma che venissero create le condizioni per il ripristino del G8. Quest'anno non ci sono," — il giornale "Zeit" riporta le parole di Steinmeier.

Ha ribadito che nessuno dei principali conflitti internazionali può essere risolto senza la Russia ed ha rilevato la partecipazione attiva di Mosca nella normalizzazione della crisi in Siria.

"Entro 1 anno vedremo se il ruolo della Russia resterà costruttivo, dopodichè i membri del G7 discuteranno il suo eventuale ritorno e quali sono le condizioni devono essere implementare," — ha aggiunto il capo della diplomazia tedesca.

Il G7 è stato formalmente allargato al G8 con l'ingresso della Russia nel 1998, ma l'effettiva partecipazione di Mosca in questo formato era avvenuta già precedentemente. Nel 2014 sullo sfondo degli eventi in Crimea i rappresentanti del G7 hanno deciso di boicottare il vertice del G8 a Sochi riunendosi a Bruxelles. Proprio nel 2014 la Russia aveva la presidenza del G8, pertanto il vertice si sarebbe dovuto svolgere a Sochi. I membri del G7 avevano affermato di non voler incontrarsi con la Russia finché Mosca non avrebbe cambiato la sua politica sulla Crimea.

Attualmente il G7 comprende Germania, Stati Uniti, Canada, Giappone, Francia, Gran Bretagna e Italia.

Nel referendum sulla riunificazione alla Russia svoltosi in Crimea e Sebastopoli dopo il colpo di stato in Ucraina del 2014 ha votato sì la maggioranza degli abitanti della penisola.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала