Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iraq: scoperta prigione sotterranea del Daesh. I detenuti erano prevalentemente civili

© AP PhotoMilitari dell esercito iracheno
Militari dell esercito iracheno - Sputnik Italia
Seguici su
Nel corso di una battaglia nella città di Hit è stata scoperta una prigione sotterranea nella quale i guerriglieri avevano rinchiuso un gran numero di civili.

L'agenzia France Press, citando le autorità locali, ha fatto sapere che l'esercito iracheno ha liberato circa 1.500 detenuti da una prigione sotterranea dei guerriglieri del gruppo terrorista Daesh nella parte occidentale del paese.

Le forze di sicurezza irachene hanno trovato i prigionieri durante un combattimento contro i guerriglieri nella città di Hit, nella provincia di Anbar.

«Nel corso dell'avanzata per la repressione dei guerriglieri e la liberazione della città di Hit, le forze di sicurezza hanno avuto modo di rinvenire una grande prigione», ha dichiarato il colonnello delle forze di polizia Fadhel al-Nimrawi, aggiungendo che «la prigione si trovava sotto terra e ospitava 1500 persone che sono state liberate dalle forze di sicurezza».

Il funzionario provinciale locale, Mallah Al-Obeidi, ha confermato il numero dei detenuti imprigionati e ha detto che la maggior parte di loro erano civili.

In Iraq la situazione rimane tesa a causa delle attività del gruppo radicale Daesh. Per tre anni i terroristi sono riusciti a catturare grandi aree dell'Iraq e della Siria. Un fronte unico nella lotta contro il Daesh non c'è: contro il gruppo terroristico combattono le truppe governative di Siria ed Iraq, la coalizione internazionale guidata dagli USA (attività limitata agli attacchi aerei), e le milizie curde, libanesi e irachene sciite.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала