Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

12 paesi produttori di petrolio confermano la partecipazione all’incontro in Qatar

© Foto : PixabayBarili di petrolio
Barili di petrolio - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro dell’Energia, Alexander Novak, aveva dichiarato di aspettarsi la partecipazione di circa 15 paesi per il congelamento delle estrazioni.

La partecipazione all'incontro del 17 aprile a Doha, in Qatar, durante il quale sarà discusso il livello collettivo di congelamento delle estrazioni di petrolio, al momento è stata confermata da 12 paesi. Lo ha reso noto l'agenzia Bloomberg, citando il ministero del Petrolio del Qatar.

Inoltre, giovedi, il ministro dell'Industria petrolifera dell'Equador, Carlos Pareja, ha scritto sulla pagina Twitter del ministero di essere predisposto positivamente nei confronti dei risultati dell'imminente incontro di Doha. "Nessun paese produttore di petrolio è pronto a sopportare gli attuali prezzi. Siamo interessati a cambiare questa tendenza… siamo ottimisti al raggiungimento di un accordo che permetta di stabilire un prezzo al petrolio vantaggioso per tutti", ha scritto il ministro.

Russia, Arabia Saudita, Qatar e Venezuela all'incontro di Doha del 16 febbraio si sono accordati su quelle misure che conservano le estrazio al livello di gennaio 2016, ma solo se anche gli altri paesi produttori fossero stati d'accordo. Tra i paesi che hanno dato la loro disponibilità ci sono Equador, Ageria, Nigeria, Oman, Kuwait ed Emirati Arabi Uniti.

L'incontro in forma allargata dei paesi produttori di petrolio è previsto per il 17 aprile a Doha, Qatar. Il ministro dell'Energia, Alexander Novak, aveva dichiarato che la partecipazione al nuovo incontro sarebbe stata confermata anticipatamente da circa 15 paesi. In più il ministro russo pensa che il numero dei partecipanti possa essere superiore.

Nello stesso tempo l'Iran ha dichiarato che il paese inizierà a cooperare con gli altri paesi nella questione del congelamento delle estrazioni di petrolio soltanto dopo che le estrazioni del paese arriveranno a 4 milioni di barili al giorno. Attualmente le estrazioni dell'Iran, secondo l'OPEC, si trovano ad un livello di 3,1 milioni di barili al giorno. La Libia ha comunicato che di non avere in programma il congelamento del livello delle estrazioni e parteciperà alla riunione mondiale dei produttori di petrolio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала