Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ucraina, Naftogaz annuncia: Goldman Sachs ci aiuterà a raccogliere fondi per il gas

© Sputnik . Grigory Vasilenko / Vai alla galleria fotograficaUno di dirigenti di Naftogaz dichiara che Ucraina potrebbe fare a meno di gas russo
Uno di dirigenti di Naftogaz dichiara che Ucraina potrebbe fare a meno di gas russo - Sputnik Italia
Seguici su
Il colosso finanziario americano Goldman Sachs Group Inc. aiuterà l'Ucraina ad attirare investimenti esteri per pompare il gas nella prossima stagione invernale, ha dichiarato il direttore della divisione “Sviluppo&Business” della società "Naftogaz" Yury Vitrenko.

"Insieme con la banca di investimento internazionale "Goldman Sachs", l'OPIC — agenzia governativa finanziaria americana (garantisce gli investimenti privati degli Stati Uniti) — e l'International Finance Corporation (istituto all'interno del gruppo della Banca Mondiale), stiamo lavorando per attrarre gli investimenti per finanziare il pompaggio di gas nella prossima stagione invernale" — Vitrenko ha scritto sulla sua pagina Facebook.

Il direttore della divisione "Sviluppo&Business" di "Naftogaz" ha inoltre osservato che per la società questo progetto è un passo importante per entrare nei mercati finanziari internazionali.

Il 23 marzo il direttore generale di "Naftogaz" Andrey Kobolev aveva dichiarato che la società prevedeva di iniziare a pompare gas di stoccaggio da aprile e i volumi che sarebbero stati comprati per l'anno prossimo sarebbero stati leggermente inferiori rispetto a quelli della stagione di riscaldamento precedente. Aveva osservato che per la crisi politica in Ucraina i creditori di "Naftogaz" avevano preso una posizione di attesa, che avrebbe potuto complicare il processo di approvvigionamento di gas per la nuova stagione.

Alla fine di marzo scadrà la validità del cosiddetto pacchetto del gas invernale, in base a cui Kiev ha il diritto di acquistare il gas dalla Russia. L'accordo era stato siglato dalla Federazione Russa e dall'Ucraina con la mediazione della Commissione Europea il 25 settembre 2015. Dopo aver comprato i volumi obbligatori di gas pari a 540 milioni di dollari, dal 25 novembre Kiev ha sospeso gli acquisti in Russia. Allo stesso tempo l'Ucraina continua a comprare il gas in transito verso l'Unione Europea, sostenendo che sia economicamente vantaggioso.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала