Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Fidel Castro a Obama: “Non abbiamo bisogno di regali dall'Impero”

Seguici su
Il lider maximo della rivoluzione cubana in una riflessione apparsa su Granma: il popolo cubano sarà sempre in grado di produrre i beni di cui ha bisogno.

Con una lettera aperta intitolata "il fratello Obama", Fidel Castro rompe il silenzio e si pronuncia sulla recente visita del presidente americano a l'Havana. Il "lider maximo" della rivoluzione cubana, lontano dalla scena pubblica ormai da anni, ha firmato un pungente editoriale apparso in queste ore sulle pagine di Granma, storico organo del partito comunista cubano.

"Fratello Obama sappi che non abbiamo bisogno di nessun regalo dal tuo impero".

Così Fidel si è rivolto provocatoriamente al presidente Usa, affermando poi molti cubani hanno "rischiato di avere un infarto" nel sentire da Obama che decenni di aggressione non erano serviti a nulla e che era necessario mettersi alle spalle 60 anni di guerra fredda.

"Che nessuno si illuda — ha poi ammonito Fidel — che il popolo di questo nobile e disinteressato paese rinuncerà alla gloria e ai diritti, alla ricchezza spirituale che ha guadagnato con lo sviluppo dell'educazione, della scienza e della cultura. Il popolo cubano — ha scritto Castro — sarà sempre in grado di produrre con le proprie forze e la propria intelligenza i prodotti alimentari e i beni di cui ha bisogno".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала