Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La battaglia di Bengasi non conosce soste, nuovi scontri nella periferia della città

© AFP 2021 / ABDULLAH DOMAUn soldato a Bengasi
Un soldato a Bengasi - Sputnik Italia
Seguici su
Proseguono senza soste le operazioni belliche dell'esercito nazionale libico contro i militanti di Daesh, asserragliati nell'area occidentale del centro nord africano. Al momento, secondo quanto riportato dai militari, la presenza degli islamisti sarebbe stata circoscritta all'area del cementificio.

Tripoli, Libia - Sputnik Italia
Libia, i giochi irresponsabili dell’Occidente
Strada per strada e casa per casa. È così che prosegue la battaglia per la riconquista e dunque liberazione di Bengasi, centro di vitale importanza per il futuro del paese e per la cacciata degli estremisti islamici di Daesh dal territorio occidentale libico. A parlare nelle scorse ore è stato il maggiore Abdel Salam al Hasi, portavoce della formazione militare fedele al governo insediatosi a Tobruk nelle scorse settimane, che ha aggiornato i media nazionali e stranieri sull'avanzamento della battaglia.

Mostrando particolare ottimismo per le operazioni in corso al Hasi ha affermato che gli attacchi ai militanti di Daesh non conosceranno soste "fino a quando questi non saranno cacciati via da Bengasi e dal paese intero".

Lunedì scorso, inoltre, si è tenuto nel centro della Cirenaica il vertice operativo dell'esercito libico con i miliziani delle altre formazioni attive sul territorio, per fare il punto della situazione e delineare le linee guida d'intervento congiunto per accerchiare e quindi sconfiggere le postazioni dei miliziani dell'Is ancora presenti in città.

Basti pensare che solo la settimana scorsa sono stati registrati numerosi scontri a fuoco tra gli estremisti ancora fedeli ad Abu Bakr al Baghdadi e l'esercito libico, scontri che hanno avuto come teatro principale dei combattimenti l'area occidentale della città e che hanno visto la ritirata dei miliziani di Daesh. Secondo molti analisti le prossime ore e, soprattutto, i prossimi giorni potrebbero essere quelli decisivi per la riconquista della città.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала