Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Maturità sulla Sharia”: RT pubblica i documenti sulla vita nello Stato Islamico

© RTIl libretto con il titolo "Come condurre la lotta ideale contro il regime criminale di Assad?" e una benda di kamikaze.
Il libretto con il titolo Come condurre la lotta ideale contro il regime criminale di Assad? e una benda di kamikaze. - Sputnik Italia
Seguici su
Il sito web del canale “Russia Today” (RT) ha pubblicato i documenti del Daesh e le testimonianze dei suoi combattenti prigionieri che raccontano la struttura interna della vita nello "Stato Islamico".

Contrabbando di petrolio del Daesh - Sputnik Italia
RT pubblica documenti e prove delle forniture in Turchia del petrolio del Daesh
I documenti sono finiti nelle mani delle milizie popolari curde durante l'assalto della città di Shaddadi nel nord della Siria, dopodichè sono stati consegnati ai corrispondenti di RT che avevano visitato queste zone. I miliziani curdi hanno catturato jihadisti provenienti da Turchia, Arabia Saudita ed altri Paesi, che hanno poi raccontato la vita nel "Daesh" (ISIS, Stato Islamico — ndr).

IN TURCHIA NON PER TURISMO

Un mercenario islamista di origine turca afferma che la maggior parte dei foreign fighters del Daesh entra in Siria attraverso la Turchia.

A conferma che i jihadisti attraversano liberamente il territorio della Turchia, i miliziani curdi hanno mostrato ai giornalisti un pacchetto di passaporti dei vari fondamentalisti provenienti da diversi Paesi — Libia, Tunisia, Bahrain, Kazakistan, Russia compresa. Tutti i passaporti hanno il timbro d'ingresso della Turchia.

Un altro riscontro interessante sono le foto dei combattenti catturati dalle milizie curde. In una di esse gli islamisti camminano per le strade di Istanbul in abiti civili, mentre già nella successiva brandiscono le armi in Siria.

Dopo essere arrivati nel territorio siriano, gli islamisti devono scrivere una "dichiarazione" e compilare un modulo, per segnalare i propri dati anagrafici e del passaporto. I giornalisti di RT sono riusciti ad ottenere il modulo di un jihadista di origine uzbeka, arrivato nello "Stato Islamico" con la moglie e due figli.

INDOTTRINAMENTO

L'indottrinamento nel Daesh inizia sin dall'infanzia. Le milizie curde hanno consegnato ai giornalisti di RT i materiali d'esame per gli insegnanti delle scuole. I fondamentalisti verificano la loro attitudine, ovvero quanto conoscono le leggi della Sharia e se sono degni di insegnare ai bambini. Ad esempio ci sono domande del genere:

— "Come bisogna giudicare una persona che prende in giro il processo di decapitazione di uno dei combattenti dello Stato Islamico?" La risposta corretta è: "Kafir (infedele). Nega la fede, è una blasfemia della religione di Allah."

— "Come bisogna giudicare una persona che porta il cibo ad un cristiano, quando è sotto assedio nella sua casa?" La risposta corretta è: "E' un tradimento di piccola entità, perché questo uomo ama più il suo amico di Allah".

— "Che cos'è la democrazia? Che punizione aspetta una persona che simpatizza per la democrazia?"

Militanti del Daesh - Sputnik Italia
In Russia aperti più di mille casi vs cittadini che si sono uniti al Daesh in Siria e Iraq
E' interessante il fatto che nei documenti si allega l'attestato degli insegnanti e la conoscenza della Sharia viene valutata in centesimi, come all'esame di Maturità. A fianco al nome non c'è solo il voto, ma anche un'annotazione: "può insegnare agli alunni," o "rimandato."

RUSSO COME LINGUA DI LAVORO

Non è un segreto che la lingua russa sia una delle più popolari nel Daesh: grazie al russo riescono a comunicare gli uni con gli altri i militanti provenienti dall'Asia centrale e dalla stessa Russia, la maggior parte dei quali non conosce l'arabo.

Sono stati trovati opuscoli di propaganda anch'essi in russo, inoltre sono stati rinvenuti manuali di istruzione. Ad esempio l'elenco delle attività inaccettabili per  gli islamisti: "… 2) Vivere nei Paesi degli infedeli e rinuncia a trasferirsi in uno qualsiasi dei Paesi musulmani; 3) Viaggiare nei Paesi degli infedeli con lo scopo di divertirsi; 6) Utilizzare il loro calendario per il conteggio degli anni; 7) Partecipare alle feste degli infedeli… e porgere gli auguri in questi eventi".

© RTUno degli edifici del Daesh
Uno degli edifici del Daesh - Sputnik Italia
Uno degli edifici del Daesh

PUNIZIONI E MULTE, SI PUO' PAGARE

Un altro insieme di documenti riguarda i fascicoli personali dei prigionieri e dei giustiziati e le dichiarazioni delle multe pagate per i reati minori. La catalogazione viene effettuata rigorosamente e minuziosamente. Un giovane uomo è stato giustiziato per l'omicidio di sua zia. Separatamente le firme dei parenti che hanno "riscattato" i loro parenti condannati.

Tuttavia i civili non possono sentirsi liberi nel Daesh. Ad esempio per spostarsi da una zona all'altra è necessario compilare un modulo speciale al "Dipartimento di sfollamento interno." Nel modulo con i sigilli del Daesh un uomo scrive che non può vivere da solo, perché troppo vecchio, pertanto richiede di trasferirsi in un altro distretto, dove vive la figlia con la sua famiglia.

Un altro uomo si è recato in un distretto vicino per 3 giorni, per un lavoro temporaneo in un giacimento petrolifero. Per poter raggiungere il posto di lavoro, l'uomo ha dovuto compilare lo stesso modulo e consegnarlo alle autorità.

Come riporta il sito di RT, come riassunto della trasferta nel nord della Siria il canale sta montando un documentario. Uscirà pressapoco entro un mese.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала