Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il cammello di Chelyabinsk vuole gli investimenti italiani

Il cammello di Chelyabinsk
Il cammello di Chelyabinsk - Sputnik Italia
Seguici su
"Non e` un mistero che l`imprenditoria italiana guarda la Russia con lo straordinario interesse. Interesse che non è diminuito a causa della crisi economica che ha colpito la Federazione Russa".

Cosi l`Ambasciatore d'Italia a Mosca Cesare Maria Ragaglini aveva  iniziato la presentazione delle possibilita' economiche della regione di Chelyabinsk tenutasi di recente all'ambasciata italiana di Mosca in presenza del Governatore della Regione Boris Dubrovsky che in persona  ha  preso parte all`evento. Fra gli ospiti c'erano gli imprenditori italiani e i rappresentanti dell'ICE, Confindustria, CCIR.

"Nel solco di una tradizione consolidata da parte dell`impenditoria italiana di  vedere la Russia come un mercato di paricolare importanza per il nostro paese e al tempo stesso mantenere una visione strategica che prescinde quelle che possono essere le difficoltà del momento, va rilevato che, statisticamente, gran parte degli investimenti italiani in Russia sono stati effettuati proprio durante I periodi di crisi" — ha  sottolineato il diplomatico.

Chelybinsk è storicamente famosa come città di metallo ma non solo. Piu di 600 sono i giacimenti di materie prime che garantiscono alla regione il monopolio per estrazione di grafite (80%) e magnesite (86%). La superficie totale della regione è di 88 000 km con 3,5 millioni di abitanti. Un terzo del PIL viene dalla produzione industriale.

Il Governatore Dubrovsky ha spiegato ai presenti a Villa Berg che la Regione di Chelyabinsk è situata tra l`Europa ed Asia, all'incrocio dei corridoi di trasporto tra i due continenti, ed è una delle piu grandi zone industriali e agricole del territorio russo. Proprio qui scorreva la storica Via della Seta, ed ecco perche nello stemma della regione è rappresentato il cammello. Coi cammelli le merci da Cina passarono attraverso la regione di Chelyabinsk  in Europa. La crisi economica che negli ultimi anni ha toccato la Russia ha indotto il governo federale alla revisione del modello di sviluppo economico del paese verso la sostituzione delle importazioni. Questa politica chiaramente necessita l`aumento degli investimenti sia russi che stranieri e qui entra in campo l`imprenditoria  italiana.

L`Ambasciatore Ragaglini ha sottolineato: 

"L`Ambasciata, l`ICE e varie istituzioni italiane oltre che russe hanno redatto la Guida per gli investimenti — destinata agli operatori italiani in Russia che ho presentato a Milano e che ha suscitato molto interesse ed anche entusiasmo da parte delle imprese italiane. Interesse che non solo si è manifestato nel tempo e continua — soltanto l`anno scorso abbiamo fatto oltre una quindicina di investimenti produttivi nella Federazione. E questo grande interesse, questa visione di prospettiva verso il mercato russo ci hanno indotto a aiutare le imprese italiane con una serie di informazioni che potessero risultare di particolare importanza quando un`azienda si accinge a valutare il proprio investimento".

Incontro all'ambasciata di Mosca tra il governatore di Chelyabinsk e gli imprenditori italiani
Incontro all'ambasciata di Mosca tra il governatore di Chelyabinsk e gli imprenditori italiani - Sputnik Italia
Incontro all'ambasciata di Mosca tra il governatore di Chelyabinsk e gli imprenditori italiani

L'Italia e' da tempo presente nella regione con le aziende Danieli, Cividale, Cimolai. Con la partecipazione dell' azienda Skipass Valle Isarco Plose e' stata realizzata la modernizzazione del resort sciistico "Solnechnaia Dolina". Nel 2013 e' stato inaugurato il Consolato Onorario d'Italia a Celyabisnk. Tuttavia la dinamica del fatturato reciproco è negativa e da 800 millioni di dollari nel 2008 si è passati a 300 milioni di dollari l`anno scorso. Nel fatturato del commercio estero russo l`Italia rappresenta il 6.5%.

Secondo il Governatore Dubrovsky, c'è una forte concorrenza tra le stesse regioni russe per attarre investimenti, ma ciò che interessa all'investitore, sia esso italiano o di altra nazionalità è sapere quali sono le condizioni alle quali il suo investimento possa essere fatto e quali siano le opportunità e il sostegno offerto dalla regione e dal governo federale. La regione di Chelyabinsk vorrebbe privelegiare la creazione di joint-venture al posto dei tradizionali rapporti della fornitura di metallo.

​L'ambasciatore Ragaglini, individua i seguenti punti di forza per l'Italia da spendere sul mercato russo:

Alberto Sordi nel film Un americano a Roma - Sputnik Italia
Dal "Made in Italy" al "Made with Italy"

"Quello che ha l`imprenditoria italiana ha sono di solito la tecnologia nel settore d`impiego, la conoscenza dei processi di produzione,  una grande flessibilità, che è riconosciuta agli italiani in tutto il mondo cioe la capacità di adattarsi a singole operazioni, a singole iniziative, a singoli investimenti e questo è dovuto anche alla grande complementarietà economica fra i due paesi. L`interesse italiano è pieno sia da parte del governo sia da aparte delle imprese. L`Italia possiede le tecnologie e know-how praticamente in tutti i settori della produzione perche siamo tra i primi 7 paesi industrializzati nel mondo e quindi non esiste settore in cui non possiamo non dare il nostro contributo alla regione".

Tutto cio lascia sperare che l'incontro con il governatore di Chelyabinsk all` Ambasciata d'Italia a Mosca sia utile alle imprese italiane per esplorare il terreno della Via del Seta dove all`epoca passarono le merci da Cina all`Europa. E portare alla regione di Celyabinsk gli investimenti italiani tanto auspicabili.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала