Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migranti, vertice ministri degli Interni Ue a Bruxelles

© REUTERS / Francois LenoirBandiere Unione Europea di fronte uffici UE a Bruxelles
Bandiere Unione Europea di fronte uffici UE a Bruxelles - Sputnik Italia
Seguici su
Al centro del tavolo delle trattative sono sempre i rapporti Ue-Turchia, dopo l'incontro del 7 marzo, e gli sviluppi circa la formazione della guardia frontaliera europea che potrebbe diventare esecutiva già dalla prossima estate.

Sulla rotta balcanica il ministro Alfano assicura l'impegno del Governo alla cooperazione con l'Albania nella gestione dei flussi migratori.

Rifugiati al confine serbo-ungherese - Sputnik Italia
Migranti, sigillata la rotta balcanica
Si riparte dunque dalla bozza approvata nella tarda notte di lunedì dall'Unione e dalla Turchia. I ministri dell'Interno Ue si riuniscono oggi per tracciare una linea generale attorno al precario accordo raggiunto con Ankara sulla crisi migratoria e su come portarlo avanti. Il piano al momento prevede un ulteriore tranche di finanziamenti (6 miliardi in totale), concessi al governo turco e un'accelerazione sui tempi di elargizione delle stesse risorse economiche. Nel meccanismo di ricollocamento a ogni profugo ritrasferito in Turchia dalla Grecia, ne seguirà un altro ricollocato in Europa. Proprio su questo passaggio i ministri Ue verranno edotti dal loro omologo greco sui risultati dell'incontro tra Tsipras e Davutoglu a Smirne sui flussi migratori, e in generale discuteranno su come organizzare le procedure di riammissione dalla Grecia alla Turchia in attesa delle decisioni ufficiali che verranno prese al vertice europeo del 17 e 18 marzo.

L'altro tema all'ordine del giorno è l'istituzionalizzazione della guardia frontaliera europea. Una misura d'emergenza, come ripetuto più volte dai vertici europei, per gestire in maniera più funzionale i confini dell'Unione. La Commissione punta con decisione alla realizzazione del corpo unico di sicurezza entro la fine di agosto, come prescritto nel documento presentato la scorsa settimana sulle tempistiche per il ripristino di Schengen, alla luce anche del blocco della cosiddetta rotta balcanica.

Il ministro dell'Interno Alfano ha ribadito la collaborazione tra l'Italia e l'Albania nella gestione dei flussi migratori.

"Nei prossimi giorni andrò in Albania per lavorare insieme, in modo tale da fare tutto il possibile per fare prevenzione sull'antiterrorismo e anche sull'immigrazione illegale", ha detto il titolare del Viminale in vista del vertice di oggi. "Noi diamo un giudizio concreto e la concretezza ci spinge a dire che arginare il flusso dalla Turchia significa sgonfiare tutto il rischio che la rotta balcanica possa creare ulteriori divisioni in Europa e una rotta dall'Albania verso l'Italia", ha spiegato il ministro commentando così la bozza di accordo raggiunta nelle scorse ore tra Ue e Turchia sui migranti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала