Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giappone, chiude la centrale nucleare di Takahama per ordine di un Tribunale

© REUTERS / Kyodo/FilesLa centrale nucleare Takahama
La centrale nucleare Takahama - Sputnik Italia
Seguici su
Per la prima volta nella storia del Paese un organo giudiziario locale stabilisce il blocco dei reattori.

La decisione della Corte distrettuale di Otsu dà un duro colpo al governo di Shinzo Abe che aveva annunciato la progressiva riapertura delle 43 centrali atomiche "congelate" per metterle in regola con le nuove norme varate in seguito all'incidente di Fukushima.

Gli standard di sicurezza per scongiurare un nuovo incidente nucleare non sono ancora sufficienti. Questa in sintesi è la principale motivazione che ha spinto i giudici della corte distrettuale di Otsu a ordinare la chiusura dei reattori nucleari 3 e 4 nella centrale di Takahama a nord di Osaka. L'impianto di proprietà della Kansai Electric Power aveva avuto l'autorizzazione a riaprire i motori dall'Agenzia della Sicurezza Nucleare. Le nuove e più stringenti norme sono state introdotte proprio per evitare nuove rischi dopo l'incidente del 11 marzo 2011 avvenuto a Fukushima. Ma le non ottimali misure di emergenza e alcuni difetti nella progettazione dell'impianto sono, secondo i giudici giapponesi, inadeguate per la ripresa dell'attività atomica, creando così un precedente giudiziario nella storia del Sol Levante.

A solo un giorno dal quinto anniversario dell'incidente nucleare di Fukushima la decisione del tribunale locale fa emergere ancora una volta la discrepanza tra l'opinione pubblica nazionale, il Governo, e gli stessi organi giudiziari dello Stato. Nonostante i malumori dei cittadini nipponici l'Esecutivo di Shinzo Abe spinge infatti alla ripresa del nucleare nel Paese con il graduale riavvio delle 43 centrali presenti sul territorio sino a oggi dormienti. Il primo ministro giapponese ha definito le nuove norme come "tra le più stringenti al mondo", nonostante ciò è arrivata la decisione del tribunale distrettuale della prefettura di Shiga che ha aperto una frattura col governo di Tokyo. I due reattori di Takahama avevano ripreso a funzionare a fine dello scorso gennaio mentre il reattore 4 era stato fermato solo dopo tre giorni di attività a causa di un'avaria tecnica. In Giappone, al momento, sono attivi solamente due reattori nucleari.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала