Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Commissione Ue salva l'Italia nonostante l'alto debito

Seguici su
L'attesa lettera della Commissione Europea dopo l'allarme lanciato dai ministri delle Finanze dell'area euro sui conti italiani: Squilibri eccessivi, ma non serve manovra aggiuntiva.

Non servirà alcuna manovra aggiuntiva e non è prevista l'attivazione di alcuna procedura di infrazione. Può tirare un sospiro di sollievo il governo italiano, dopo la pubblicazione questa mattina delle anticipazioni della lettera con cui la Commissione Ue "ricorda", all'Italia e ad altri Paesi con i conti a rischio, il percorso da rispettare per rientrare nella regola del debito.

Per l'Italia, così come per Francia, Bulgaria, Croazia e Portogallo la situazione dei conti è complessa, con squilibri macroeconomici ancora giudicati eccessivi, bassa competitività, l'alta disoccupazione e le sofferenze bancarie. Per nessuno dei 5 Paesi però la Commissione ha giudicato necessario aprire procedure di infrazione.

"L'Italia deve continuare lo sforzo in corso sulle riforme perché può esser messa nel 'braccio correttivo' della procedura di squilibri in qualunque momento".

Parola di Valdis Dombrovakis, vicepresidente della Commsisione. Tradotto: Continuare a lavorare con Bruxelles per le prossime riforme o a maggio è pronta la procedura d'infrazione. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала