Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Eurogruppo a Italia: Violata regola del debito

© AP Photo / Virginia MayoEurogruppo a Bruxelles
Eurogruppo a Bruxelles - Sputnik Italia
Seguici su
I ministri delle Finanze dell'area euro preoccupati per l'andamento dei conti pubblici italiani: a rischio anche con flessibilità. Renzi: non è un dramma.

Monete cartina geografica - Sputnik Italia
La finanza al potere e l’Europa contromano
L'Italia e altri sei Paesi rischiano di non rispettare il Patto di Stabilità europeo. E' questa l'analisi dell'Eurogruppo, che ieri ha stilato una prima analisi sulle situazione delle finanze pubbliche dell'eurozona dall'inizio del 2016. Confermando le preoccupazioni manifestate già lo scorso novembre, i ministri economici europei hanno ieri rilanciato l'allarme, soprattutto alla luce delle ultime misure promosse dal governo Renzi che contribuirebbero ad aumentare il deficit pubblico.

Quello giunto ieri dall'Eurogruppo, ha sottolineato il presidente Jeroen Dijsselbloem, è solo un avvertimento e nessuna misura specifica di risanamento è stata richiesta in questa sede.

Attesa invece per oggi la lettera della Commissione Europea a 18 Paesi, tra cui l'Italia, con l'analisi sugli squilibri macroeconomici. Secondo fonti di Bruxelles, in considerazione delle ultime rilevazioni, che avevano visto il rapporto deficit/Pil italiano in crescita, la Commissione potrebbe inviare alcune raccomandazioni per chiedere misure aggiuntive di finanza pubblica. Il ministro dell'Economia italiano Pier Carlo Padoan ha smentito la possibilità di manovre aggiuntive, anticipando da Bruxelles le parole del premier italiano giunte poche ore dopo.

"Non c'è nessuna manovra aggiuntiva —ha detto Matteo Renzi — E' la solita storia, lo ha detto molto bene il ministro Pier Carlo Padoan ieri: i conti dell'Italia sono non al sicuro, ma allo strasicuro. Ovviamente la Commissione svolge un lavoro costante di stimolo e di verifica, e lo fa con tutti i paesi. Ma da noi ogni volta che c'è una mezza lettera, un mezzo richiamo — ha concluso il presidente del Consiglio italiano — sembra che sia scattato chissà quale dramma esistenziale". 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала