Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia, senatore accusa: attacco vs Ambasciata in Ucraina è azione premeditata di Kiev

© REUTERS / Gleb GaranichManifestazione nazionalisti ucraini a Kiev presso Ambasciata russa
Manifestazione nazionalisti ucraini a Kiev presso Ambasciata russa - Sputnik Italia
Seguici su
Kiev ha istigato i nazionalisti ai disordini, esasperando il clima ed elevando il caso di Nadia Savchenko ad una questione politica, ritiene il senatore russo Franz Klintsevich. Ha sottolineato come le autorità "non hanno fatto nulla per fermare la furia dei teppisti."

Il vicepresidente della commissione Difesa e Sicurezza del Consiglio della Federazione (camera alta del Parlamento russo) Franz Klintsevich ha dichiarato che dietro l'attacco contro l'Ambasciata russa a Kiev c'è il governo ucraino, che "ha esasperato i toni elevando ad una questione politica il caso di Nadia Savchenko, accusata dalle autorità russe di aver provocato la morte di 2 giornalisti russi nel Donbass.

Domenica diverse centinaia di manifestanti radunatisi in piazza Maidan a Kiev chiedevano la liberazione della Savchenko. In seguito si sono diretti verso l'Ambasciata russa e di fronte all'edificio gridavano "Savchenko libera" e contemporaneamente hanno lanciato le uova; 2 manifestanti sono riuciti ad entrare nell'Ambasciata, dove sono stati prontamente respinti dagli uomini della sicurezza. Uno dei manifestanti ha danneggiato le telecamere di sorveglianza e infranto una finestra al piano terra del palazzo. In precedenza alcune persone in mimetica, col volto coperto dai passamontagna e armate di mazze, avevano attaccato l'Ambasciata. Tre vetture della missione diplomatica sono state danneggiate.

"Il vero colpevole dell'attacco contro l'Ambasciata russa a Kiev è il governo ucraino, che ha istigato i nazionalisti a compiere atti criminali, elevando il caso giudiziario di Nadia Savchenko ad una questione politica. Queste autorità non hanno fatto assolutamente nulla per fermare la furia dei teppisti," — afferma il senatore.

Secondo lui, "per formalità probabilmente arresteranno 2 o 3 attivisti… che poi verranno rimessi in libertà con calma e nel silenzio."

"Non vale la pena aspettarsi nessun'altra reazione da Kiev a questi eventi", — ritiene Klintsevich. "Non ho alcun dubbio sul fatto che tutte le necessarie conclusioni da questa vicenda saranno fatte dalla Russia", — ha concluso il deputato.

Il Comitato Investigativo della Federazione Russa accusa la Savchenko di aver corretto il fuoco dell'artiglieria delle truppe ucraine nella regione di Lugansk nell'estate del 2014, provocando così la morte dei giornalisti russi di VGTRK Igor Kornelyuk e Anton Voloshin.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала