Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, l'Italia verso intervento in Tripolitania

© AP Photo / Mohammad HannonLa bandiera della Libia
La bandiera della Libia - Sputnik Italia
Seguici su
Dopo la diffusione della notizia sulla morte dei due ostaggi italiani a Sabrata, c'è un'accelerazione verso l'ingresso dell'Italia nella “guerra segreta” già in corso in Libia.

Lo scorso 10 febbraio il presidente del Consiglio italiano ha firmato un decreto di attivazione per il passaggio di 50 incursori dell'esercito alle dipendenze dei servizi segreti italiani. Prende corpo così per la prima volta l'ipotesi prevista da un altro decreto, quello sul rifinanziamento delle missioni all'estero firmato lo scorso novembre, in cui si prevedeva proprio il "passaggio temporaneo" alle dipendenze dirette di palazzo Chigi di uomini dei corpi speciali italiani.

Il salto di qualità dell'impegno italiano in Libia con l'arrivo di 50 parà incursori del nono reggimento d'assalto Col Moschin, nonostante le reiterate smentite di queste ore da parte del ministero della Difesa e dello stesso governo, sarebbe stato confermato da fonti militari alleate, che ne hanno segnalato la presenza principalmente nella zona dei terminal petroliferi di Mellitah, dove è maggiore la presenza di italiani.

Secondo quanto riportato in queste ore dai media italiani, i corpi d'elites che saranno impegnati in Tripolitania, secondo la divisione del territorio che vedrà schierati in Cirenaica francesi e britannici, avranno il compito di dare supporto alle milizie locali e fornire informazioni sul campo per le operazioni dei droni della coalizione. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала