Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Modello Cecoslovacchia per l’Ucraina

© AP Photo / Evgeniy MaloletkaBandiera ucraina, crisi Donbass
Bandiera ucraina, crisi Donbass - Sputnik Italia
Seguici su
Il capo dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Zakharchenko, ha esortato a porre fine al conflitto e seguire l’esempio della Cecoslovacchia.

Il capo dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Zakharchenko, ha esortato a interrompere il conflitto con Kiev e seguire l'esempio della Cecoslovacchia: "il modo più semplice per porre fine al conflitto è che Kiev sia d'accordo per un "divorzio" pacifico con il Donbass, come avvenuto tra Repubblica Ceca e Slovacchia".

Il senatore Yaroslav Doubrava, vice presidente del Comitato del senato per gli affari dell'UE, che era osservatore alle elezioni nella Repubblica popolare di Donetsk e nella Repubblica popolare di Luhansk, in una intervista a Sputnik ha dichiarato:

"Basandomi sulla mia esperienza di frequentazione di queste regioni, posso dire che c'è un'unica possibilità e una via più ragionevole di risolvere il problema. Nel pieno del conflitto armato, io non ho mai detto che dopo questo incubo non ci sarà nessuna reale possibilità di che le regioni orientali rimangano a far parte dell'Ucraina, una possibilità di uan convivenza pacifica in un unico stato".

"Poroshenko ha già respinto una proposta sulla confederazione. Quindi, non resta che riconoscere lo status attuale delle repubbiche popolari di Donetsk e Luhansk, delimitarne i confini, e proclamare la loro indipendenza".

"Ho davanti agli acchi l'esempio della Crimea. Mentre la penisola era sotto l'autorità di Kiev, le sono stati succhiati tutti i soldi, senza restituirgli nulla. La Crimea è stata impoverita, ogni forestiero ha visto lo stato spaventoso del trasporto pubblico, costruzioni abbandonate, la gente sopravviveva come meglio poteva, senza gas, acqua ed energia elettrica, non ha pagavano le pensioni, l'economia era semplicemente morta. La stessa cosa è accaduta nel Donbass. Non ho alcun dubbio che con l'indipendeza le repubbliche popolari di Dontesk e Luhansk possano rinascere".

"Credo che il governo di Kiev, formatosi in seguito ad un colpo di stato, deve tornare al tavolo dei negoziati. La strada della forza non conduce da nessuna parte. Ma temo che si separeranno tanto pacificamente, come hanno fatto cechi e slovacchi, a Kiev non riuscirà con il Donbass. Troppo sangue è già stato versato".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала