Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Usa: Italia pronta a ruolo guida in Libia

© AFP 2021 / Abdullah DomaSecondo le notizie non confermate le autorità islamiche che controllano l'ovest ed in cambio del suo rientro in Italia avrebbero chiesto il riconoscimento politico del governo di Tripoli
Secondo le notizie non confermate le autorità islamiche che controllano l'ovest ed in cambio del suo rientro in Italia avrebbero chiesto il riconoscimento politico del governo di Tripoli - Sputnik Italia
Seguici su
Il segretario alla Difesa americano manifesta il suo appoggio per la leadership italiana nel comando delle imminenti operazioni in Libia.

L'Italia si è offerta di guidare la coalizione internazionale in Libia e gli Usa sono pronti a sostenerla. E' quanto emerso nel corso di una conferenza stampa tenuta da Ash Carter.

Roberta Pinotti, il ministro della Difesa dell'Italia - Sputnik Italia
Pinotti: Impensabile intervento militare in Libia

Accompagnato dal generale Joseph Dunford, il segretario alla Difesa statunitense ha parlato della crisi libica nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Pentagono, sottolineando come la coalizione internazionale entrerà in azione in Libia "quando ci sarà un governo di unità nazionale".

In realtà le operazioni sulla sponda sud del Mediterraneo sono già partite da settimane, come dimostrato dai raid portati da droni Usa su Sabrata e dalla presenza di agenti dell'intelligence americana ed europea, francese e britannica in particolare, confermata tra gli altri in queste ore dal Corriere della Sera.

E mentre dagli Usa arrivava l'appoggio alla leadership italiana nel Mediterraneo, c'è stato poi un altro rinvio da parte di Tobruk, che ieri avrebbe dovuto votare per la fiducia all'esecutivo designato e guidato da Fayez al Sarraj. L'ennesima fumata grigia avrebbe convinto la coalizione internazionale sulla necessità di stringere i tempi di un intervento. A conferma di ciò e contrariamente a quanto affermato da Carter, si segnalano in queste ore gli spostamenti di truppe britanniche al confine tunisino con la Libia e le manovre della portaerei francese Charles de Gaulle, che starebbe manovrando dal Golfo persico dove si trovava ieri in direzione del litorale libico, dove il suo arrivo è previsto per la fine di questa settimana. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала