Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Palestinese ucciso in ambasciata a Sofia, l'ira di Abu Mazen

© flickr.com / ResoluteSupportMediaLa bandiera della Bulgaria
La bandiera della Bulgaria - Sputnik Italia
Seguici su
L'accusa del leader dell'Autorità nazionale palestinese dopo l'uccisione di un militante palestinese su cui pendeva un ordine di estradizione in Israele: Crimine atroce.

E' stato trovato morto nel cortile della sede diplomatica palestinese di Sofia, in Bulgaria, Omar Nayef Zayed, palestinese di 52 anni su cui era pendente da mesi una richiesta di estradizione da parte di Israele, dopo la sua condanna all'ergastolo per l'omicidio di uno studente ebreo nel 1986 a Gerusalemme.

Scappato in Bulgaria, Zayed viveva a Sofia dal 1994, dove aveva aperto un attività commerciale. Dopo molti anni, due mesi fa, le autorità israeliane chiedevano a quelle bulgare un provvedimento di estradizione per l'uomo che, temendo la cattura aveva trovato rifugio presso l'ambasciata palestinese di Sofia.

La scoperta di questa mattina ha scatenato la reazione del Fronte di liberazione della Palestina, organizzazione di cui l'uomo ha fatto parte, che ha accusato senza mezzi termini Israele sostenendo che si tratti di un omicidio perpetrato da uomini del Mossad. Una commissione di inchiesta è invece stata preannunciata da Abu Mazen, presidente dell'Autorità nazionale palestinese, che ha parlato di crimine atroce. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала