Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ocse: Economia mondiale in frenata

© PixabayEconomia globale
Economia globale - Sputnik Italia
Seguici su
L'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo aggiorna le sue previsioni per il 2016: Europa vulnerabile, tagliate le stime per il PIL italiano.

Sarà un 2016 caratterizzato da turbolenze finanziarie importanti che segneranno un rallentamento nella crescita mondiale. La frammentazione del sistema europeo poi, lo rende particolarmente vulnerabile agli shock globali e a rischio bassa crescita nel medio periodo. Questa la valutazione dell'Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione nel suo outlook per il 2016, in cui sono presentate al ribasso tutte le principali previsioni macroeconomiche.

Nel documento presentato oggi l'Ocse le previsioni di crescita globale si fermano al 3% per il 2016, a fronte di una precedente stima del 3,3% e lo stesso arretramento di zero virgola tre punti è stimato per il 2017, con il PIL mondiale in progresso del 3,3%.

Interventi a livello fiscale e strutturale sono definiti come necessari, non potendo le sole politiche monetarie spingere la ripresa. La crescita, registrata nel 2015 come la più lenta degli ultimi 5 anni, subirà un'ulteriore contrazione a causa di diversi fattori. Dall'estrema volatilità dei mercati finanziari, alla bassa inflazione dettata da una scarsa domanda, ma principalmente dal rallentamento delle economie emergenti ed i bassi prezzi delle materie prime, che deprimono le esportazioni.

Nel contesto delle peggiorate condizioni dell'economia mondiale, l'Ocse ha stimato al ribasso anche la sua previsione per il PIL italiano che, in linea con l'Eurozona, crescerà dello 0,4% in meno rispetto a quanto illustrato nel precedente outlook, fermandosi per il 2016 al 1%. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала