Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Germania: tedeschi sempre più contrari all’afflusso di profughi nel paese

Seguici su
La continua crescita del malcontento dei tedeschi nei confronti dei profughi potrebbe costringere la Merkel a campiare politica

L'esperto di problemi della migrazione Yaşar Aydın dell'Università HafenCity di Amburgo in un'intervista a Sputnik Türkiye ha commentato i risultati dell'inchiesta della società di ricerca inglese Populus, secondo cui la quantità di abitanti della Germania insoddisfatti dalla presenza dei profughi nel paese è aumentata significativamente. Secondo Aydin, la causa principale della crescita del malcontento dei tedeschi sarebbe l'aumento della tensione sociale e le difficoltà economiche, conseguenza dell'afflusso di migranti nel paese.

L'esperto ha ricordato che inizialmente nella comunità tedesca hanno prevalso le relazioni positive all'idea di concedere aiuto ai profughi senzatetto. Tuttavia, man mano che l'afflusso dei migranti è diventato sempre più sregolato e ha portato con se seri problemi sociali ed economici, tra i tedeschi è cresciuta la protesta contro la politica migratoria delle autorità.

Il professore ha sottolineato che un ruolo considerevole nella crescita della situazione di malcontento in Germania è stato giocato dalla retorica del movimento PEGIDA che aspira a non permettere l'islamizzazione dell'Europa e le sue azioni rafforzano i timori dei tedeschi di fronte all'afflusso di migranti dai paesi musulmani.

Inoltre, secondo Aydin, in Germania ci sono forze che deliberatamente fanno pressione sulla situazione, utilizzando a fini politici le preoccupazioni della popolazione riguardo l'afflusso di terroristi del Daesh in Europa insieme ai profughi.

Il cancelliere Angela Merkel oggi sente su di se la forte pressione da parte dei membri del suo stesso partito, e da parte del partner della coalizione, l'Unione cristiano sociale. Ciò accade sullo sfondo delle crescenti critiche alla politica delle "porte aperte" in Europa, del rafforzamento dei controlli alle frontiere, nonché delle richieste di sospendere gli accordi di Schengen.

Secondo gli esperti, il forte malcontento tra la popolazione tedesca potrebbe costringere Angela Merkel a cambiare la politica di accoglienza dei profughi.

"Al momento la Merkel si oppone all'introduzione di un limite all'accoglienza dei rifugiati, considerando questo provvedimento immorale nei confronti dei migranti. Cercherà di risolvere i problemi derivanti dall'afflusso di profughi, mantenendo la sua posizione, in quanto capisce che l'istituzione del "tetto" per i rifugiati non sarà in grado di fermare completamente il flusso migratorio. Merkel non vuole immediatamente apportare cambiamenti alla legislazione. Tuttavia, nel caso in cui il partico conservatore "Alternativa per la Germania", che adesso gode del sostegno del 10-11% della popolazione, dovesse rafforzare la sua posizione e la pressione sulla Merkel, il cancelliere della Germania potrebbe optare per il ri-orientamento della politica in materia di crisi migratoria ".

"Si sa, la Germania e gli altri paesi europei sono stati sociali, dove si assicura un elevato livello di protezione sociale dei cittadini. L'afflusso di migranti porterà ad un grave onere finanziario per l'Europa, dal momento che una parte significativa delle imposte pagate dai cittadini europei, saranno spesi per i rifugiati. Il paese europeo, che accoglie i migranti sul proprio territorio, è tenuto a fornire loro la possibilità di utilizzare le risorse dello stato sociale. Se si considera l'entità del flusso migratorio, nei paesi europei sta nascendo una fondata preoccupazione per il futuro delle loro istituzioni sociali".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала