Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La diplomazia di Mosca sperava di convincere Ankara a non interagire col Daesh

© Sputnik . Cyril Kallinikov / Vai alla galleria fotograficala porte-parole du ministère russe des Affaires étrangères Maria Zakharova
la porte-parole du ministère russe des Affaires étrangères Maria Zakharova - Sputnik Italia
Seguici su
In precedenza Mosca non aveva reso pubblici i legami della Turchia con i terroristi di ISIS (Daesh), perché contava e sperava di convincere Ankara ad abbandonare questo corso, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

"Forse occorreva parlarne continuamente. D'altra parte partivamo dal presupposto che il nostro obiettivo principale non era accusarci a vicenda, ma il lavoro. Pertanto abbiamo lavorato nel formato di Vienna, abbiamo lavorato con i nostri partner nel formato bilaterale tentando di convincerli che non serviva fare qualcosa di sbagliato. Ancora una volta dico: forse occorreva parlarne pubblicamente, ma partivamo dal presupposto che non bisognava creare tensioni supplementari e che dovevamo risolvere questo problema", — la Zakharova ha dichiarato al canale televisivo "Russia Today" rispondendo alla corrispondente domanda.

La Russia ha già pubblicamente rivelato e discusso i legami della Turchia con i gruppi terroristici ed estremisti in Siria. In particolare Mosca accusa la Turchia di commerciare il petrolio contrabbandato dai terroristi e di facilitare il trasferimento di mercenari e armi attraverso il confine turco-siriano. Ankara respinge tali accuse.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала