Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Indipendent consacra la Russia: “ha determinato i vincitori e vinti in Siria”

© Sputnik . Sergey Guneev / Vai alla galleria fotograficaVladimir Putin, Cremlino
Vladimir Putin, Cremlino - Sputnik Italia
Seguici su
I militari siriani sostenuti dall'Aviazione russa stanno facendo progressi nella lotta contro i ribelli, mentre la Turchia e l'Arabia Saudita, aiutati dagli Stati Uniti, hanno perso la loro influenza in Occidente e sempre più stanno cedendo posizioni, scrive l'Independent.

Il conflitto siriano è ben lontano dalla fine, tuttavia è già possibile tracciare un bilancio dei probabili vincitori e vinti. La Russia ha sconvolto direttamente l'equilibrio di potere in Siria, scrive l'Independent.

"Quando la Russia è entrata nel conflitto siriano 4 mesi fa, i critici avevano predetto che se ne sarebbe pentita, ma al contrario è diventata una forza centrale nel determinare come finirà la guerra", — si legge nell'articolo.

"La rinascita della Russia come grande potenza" è diventata chiara a Monaco di Baviera, quando il segretario di Stato USA John Kerry e il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov hanno annunciato insieme la tregua in Siria. Anche se l'accordo è stato criticato da alcuni diplomatici e dai media, i dubbi sulla sua effettiva efficacia sono alquanto esagerati, dal momento che i successi militari e diplomatici in Siria si rafforzano a vicenda, scrive l'Independent.

La partecipazione della Russia nel conflitto siriano assicura che Bashar Assad non perderà la guerra. E' difficile immaginare cosa possano fare le forze di opposizione contro l'esercito di Damasco, che è supportato dall'Aviazione russa e da una coalizione di gruppi sciiti guidati dall'Iran. Inoltre, a seguito dell'accordo di Monaco di Baviera, la cosiddetta opposizione siriana non potrà più usare "il comodo mito" che le truppe siriane e gli aerei russi combattono solo contro di loro e non contro il Daesh (ISIS).

Già è chiaro che non ci sarà un cambiamento radicale del regime a Damasco. L'opposizione sunnita non è riuscita a conquistare il potere in Siria, le potenze regionali come la Turchia, l'Arabia Saudita e il Qatar non sono riuscite a raggiungere nessuno dei loro obiettivi militari.

L'Iran e le forze sciite da lei guidate si sono rivelate molto più forti rispetto ai sunniti, mentre i curdi in Siria e Iraq sono diventati più forti militarmente che mai, grazie al suo successo nella lotta contro il Daesh.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала