Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cremlino: inaccettabile incolpare la Russia del fallimento dei negoziati su Siria

© Sputnik . Mikhail Voskresensky / Vai alla galleria fotograficaDmitry Peskov, portavoce del Cremlino
Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino - Sputnik Italia
Seguici su
Non è possibile attribuire alla Russia la colpa della rottura dei negoziati tra le parti siriani, dal momento che nessuno contesta la questione del proseguimento della lotta contro i gruppi terroristici, ha riferito il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov.

"La Federazione Russa sostiene l'offensiva dell'esercito siriano che sta combattendo contro i gruppi terroristici. I gruppi terroristici non sono invitati e non devono prendere parte a questi negoziati. La questione del proseguimento della lotta contro questi gruppi non è contestata, per cui le accuse contro la Russia sul fallimento dei negoziati sono effimere", — ha detto ai giornalisti Peskov, segnala "RIA Novosti".

Il 3 febbraio l'inviato speciale del segretario generale delle Nazioni Unite sulla Siria Staffan de Mistura aveva dichiarato che i negoziati per la soluzione della crisi in Siria sono stati sospesi e rinviati ad una data successiva; il nuovo ciclo di colloqui dovrebbe riprendere il prossimo 25 febbraio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала