Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Assange, Svezia e UK contro ONU

© REUTERS / Olivia Harris/FilesWikiLeaks founder Julian Assange speaks to the media outside the Ecuador embassy in west London in this August 19, 2012 file photo
WikiLeaks founder Julian Assange speaks to the media outside the Ecuador embassy in west London in this August 19, 2012 file photo - Sputnik Italia
Seguici su
Londra e Stoccolma contro il parere delle Nazioni Unite che ha confermato che l'illegittimità del suo arresto: libero di lasciare l'ambasciata ecuadoregna quando vuole.

Il Regno Unito e la Svezia non ci stanno e dopo il pronunciamento delle Nazioni Unite, chiamate ad esprimersi sulla legittimità della detenzione a cui è di fatto sottoposto Julian Assange da quando ha ottenuto nel 2012 asilo politico presso l'ambasciata dell'Ecuador a Londra, respingono le accuse mosse dal Palazzo di Vetro, facendo sapere che contesteranno formalmente la decisione assunta dal gruppo di lavoro.

"Le autorità svedesi non hanno controllo sulla sua decisione di restare lì. Il signor Assange è libero di lasciare l'ambasciata in qualsiasi momento".

Questo il commento affidato dalla Svezia ad un comunicato stampa, mentre da Londra fanno sapere che il parere espresso dall'ONU "non cambia niente. Noi — prosegue la nota diffusa dalle autorità UK — respingiamo ogni accusa secondo la quale Julian Assange sarebbe vittima di una detenzione arbitraria".

Assange, che è ricercato su mandato delle autorità svedesi per alcune accuse legati a presunti reati sessuali, si è sempre professato innocente, sostenendo che il suo arresto è invece una ritorsione contro la diffusione di documenti riservati portata avanti con la sua organizzazione Wikileaks. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала