Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Montenegro, in febbraio iniziano le procedure per l'ingresso nella Nato

© AFP 2021 / SAVO PRELEVIC Milo Djukanovic e Jens Stoltenberg si stringono le mani
Milo Djukanovic e Jens Stoltenberg si stringono le mani - Sputnik Italia
Seguici su
Nella notte, il parlamento montenegrino ha confermato la fiducia al governo del premier Djukanovic, allontanando l'ipotesi del referendum popolare, chiesto anche dalla Chiesa ortodossa. Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg ha annunciato che il prossimo mese inizieranno i colloqui per l'adesione ufficiale del Paese alla NATO.

Il parlamento montenegrino ha votato ieri in tarda serata la fiducia al governo presieduto da Milo Djukanovic. Come hanno riferito i media locali, dei 62 deputati votanti 42 hanno appoggiato il governo, 20 hanno votato contro.

Fuori dal parlamento alcune centinaia di sostenitori dell'opposizione hanno manifestato contro il governo.

Oggi Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, durante la relazione annuale a Bruxelles, ha dichiarato che a metà febbraio cominceranno i colloqui per l'adesione all'Alleanza Atlantica del Montenegro, "che farà progredire la stabilità nei Balcani occidentali".

Secondo Stoltenberg "il Montenegro è una società democratica, che ha fatto molti progressi", sia in quanto a riforme che nella lotta alla corruzione. In  quanto Paese democratico, per il segretario dell'Alleanza, è del tutto normale che in Montenegro ci siano "diversi punti di vista" sull'entrata del Paese nel Patto Atlantico, che vanno comunque rispettati. In ogni caso, ha precisato Stoltenberg, la decisione sull'accesso alla Nato "è stata presa attraverso il Parlamento".    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала