Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Siriano morto in attesa degli aiuti, la falsa storia che ha scandalizzato la Germania

© AFP 2021 / Mahmud TurkiaI migranti illegali dall`Africa nel porto libico di Misrata
I migranti illegali dall`Africa  nel porto libico di Misrata - Sputnik Italia
Seguici su
La notizia di un siriano morto in Germania in attesa di aiuti medici si è rivelata presto una bufala.

Si è rivelata una vera e propria bufala la storia raccontata da un operatore dell'associazione "Moabit Hilft" (ovvero L'aiuto di Moabit, quartiere centralissimo della capitale tedesca) sui social network e relativa alla presunta morte di un rifugiato siriano di 24 anni.

Secondo la ricostruzione fornita dall'operatore, prima attraverso il suo profilo Facebook, poi rimbalzata sulle altre piattaforme informatiche e infine rilasciata alla polizia tedesca, il rifugiato sarebbe morto a seguito di un attacco di cuore provocato dalla lunga ed estenuante attesa, protrattasi per giorni, all'esterno dell'ufficio locale del LAGeSo (l'Ente berlinese per la previdenza sanitaria e sociale responsabile della gestione burocratica dei rifugiati). Le rigide temperature, l'assenza di cure immediate e l'indifferenza degli operatori dell'Ente regionale avrebbero fatto il resto.

Dopo il tamtam mediatico la polizia ha deciso di vederci chiaro e dopo poche ore di indagini, ha interrogato nuovamente l'operatore, data l'assenza di prove e, soprattutto, la mancanza del corpo dell'uomo. È bastato poco agli investigatori per mettere in evidenza le contraddizioni della storia raccontata dal giovane e ottenere così la smentita piena.

L'associazione Hilft Moabit ha preso le distanze dall'operatore, condannando la messa in scena. Nel corso degli ultimi mesi il lavoro del LAGeSo è stato fortemente criticato dalle associazioni che aiutano i migranti per le lungaggini burocratiche e le lunghe file cui sono stati sottoposti, per davvero, donne, anziani e bambini in attesa di ottenere un appuntamento o di ricevere beni di prima necessità.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала