Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Commissione Europea lavora a strategia per sostituire il gas russo

© Sputnik . Sergey Krasnouhov / Vai alla galleria fotograficaImpianto rigassificatore
Impianto rigassificatore - Sputnik Italia
Seguici su
La Commissione Europea ha messo a punto un progetto strategico per il gas naturale liquefatto (GNL) e per la costruzione di rigassificatori che prevede di rivelare il 10 febbraio. Il documento è in possesso del giornale russo "Kommersant".

Nella strategia si osserva che il significativo aumento dell'offerta di GNL nel mercato mondiale dei prossimi anni (la Commissione Europea stima +50%) rappresenta un'importante opportunità per l'Unione Europea, soprattutto in termini di sicurezza degli approvvigionamenti.

I Paesi orientali membri dell'Unione Europea non hanno ancora accesso al GNL e sono tuttora dipendenti dall'unico fornitore, la Russia, pertanto sono vulnerabili ad eventuali interruzioni nell'approvvigionamento.

Per questo motivo l'obiettivo generale della Commissione Europea viene visto nello sviluppo delle infrastrutture, ovvero terminali per la ricezione e gasdotti di di GNL, affinchè ogni Paese dell'Unione Europea abbia accesso al gas naturale liquefatto o indirettamente attraverso degli hub il cui prezzo è influenzato dalle forniture di GNL.

Secondo Bruxelles, i centri di stoccaggio del gas dovrebbe svolgere un ruolo di bilanciamento con l'aumento delle forniture di GNL in Europa, affinchè il gas rigassificato diventi tecnicamente ed economicamente fattibile.

Bruxelles propone ai regolatori locali di rivedere una serie di eccezioni del Terzo Pacchetto Energia (sono state date a molti terminali GNL) per aumentare il loro peso.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала