Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Finlandia, ex direttore servizi segreti: se entriamo nella NATO, la Russia reagirà

Seguici su
La Russia sta aumentando il potenziale militare, anche se questo fatto non rappresenta una minaccia diretta per la Finlandia. Ma se il Paese entrerà nella NATO, Mosca reagirà sicuramente, ha dichiarato l'ex capo dei servizi segreti finlandese in un'intervista al quotidiano “Huvudstatsbladet”.

La Russia prenderà provvedimenti se la Finlandia si unirà alla NATO: le autorità finlandesi ne dovrebbero tenere conto, ha detto in un'intervista al giornale "Huvudstatsbladet" l'ex direttore dei servizi segreti del Paese Sakari Vallinmaa.

Negli ultimi anni il colonnello ha seguito attivamente lo sviluppo della situazione politico-militare in Russia, ed ha posto l'accento sul rafforzamento delle sue capacità di difesa.

"La Finlandia deve riconoscere che il nostro vicino è una superpotenza, che nell'ultimo periodo ha attivamente allargato il suo potenziale militare, modernizzando gli equipaggiamenti, effettuando le esercitazione precedentemente pianificate e senza preavviso, un fenomeno nuovo," — discute Vallinmaa.

Tuttavia il rafforzamento del potenziale bellico della Russia non equivale ad una minaccia militare diretta contro la Finlandia, almeno i servizi segreti del Paese non hanno trovato riscontri a questa tesi.

Tuttavia Vallinmaa rileva la decisa posizione della Russia nei confronti della NATO. Ritiene che Mosca da molto tempo cerchi di impedire che Helsinki si unisca all'Alleanza Atlantica. La posizione russa è inequivocabile: se i finlandesi entreranno nell'Alleanza Atlantica, Mosca risponderà, ha affermato sicuro.

Helsinki ne deve tenere conto.

"Naturalmente l'adesione alla NATO è una questione di politica interna per la Finlandia, ma non possiamo semplicemente respingere le pretese di un Paese vicino con una pacca sulle spalle," — ha chiarito Vallinmaa.

Ha richiamato l'attenzione sull'importanza di un dialogo aperto con la Russia e ha aggiunto che la situazione attuale, in cui la Finlandia collabora con la NATO senza tuttavia spingere per un ingresso, non suscita alcuna reazione negativa di Mosca.

Prima di Capodanno Vladimir Putin aveva approvato la nuova strategia di sicurezza nazionale della Russia, in cui il concentramento delle capacità militari della NATO in Europa orientale viene considerato una minaccia.

Vallinmaa rileva che questa posizione è nota da tempo agli esperti.

"La Russia guarda in altro modo l'ordine mondiale, questo approccio occidentale del momento non va bene," — ha chiarito il colonnello finlandese.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала