Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Kiev rinuncia pubblicamente agli accordi di Minsk”

© AP Photo / Evgeniy MaloletkaSoldati ucraini nel Donbass
Soldati ucraini nel Donbass - Sputnik Italia
Seguici su
Secondo il direttore del Centro di politica contemporanea Alexey Chesnakov, il rappresentante dell'Ucraina nel sottogruppo politico del gruppo di contatto Roman Bessmertny ha "apertamente svelato i piani di Kiev" per sabotare l'attuazione degli accordi di Minsk.

Le autorità ucraine si rifiutano pubblicamente di realizzare gli accordi di Minsk, ritiene il direttore del Centro di politica contemporanea Alexey Chesnakov.

Così ha commentato la dichiarazione del rappresentante dell'Ucraina nel sottogruppo politico del gruppo di contatto sul Donbass Roman Bessmertny, che ha testualmente affermato che in Ucraina è iniziato il processo di "Minsk-3."

Bessmertny ha inoltre detto che ""Minsk-2" "nemmeno al 50% tocca i veri problemi che attualmente sono presenti in Ucraina e nel Donbass. Secondo lui," Minsk-3 "porterà ad una riforma dei componenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e dell'Unione Europea.

"Kiev ha pubblicamente rinunciato all'implementazione degli accordi di Minsk. Ecco come dovrebbero essere intese le affermazioni del rappresentante dell'Ucraina nel sottogruppo politico del gruppo di contatto sul Donbass Roman Bessmertny, secondo cui "Minsk-2" non risponde nemmeno al 50% delle problematiche esistenti;" di fatto è la rinuncia in una forma piuttosto grezza degli impegni presi," — afferma Chesnakov.

Sottolinea che "Minsk-2" è stato approvato nel "Quartetto della Normandia" ed è legittimato da una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, inoltre il pacchetto di misure è stato firmato dal rappresentante autorizzato dell'Ucraina nel gruppo di contatto di Minsk Leonid Kuchma.

Secondo Chesnakov, Bessmertny "ha apertamente svelato i piani di Kiev" per sabotare l'implementazione degli accordi di Minsk rifuggendo dagli impegni.

In precedenza i leader del "Quartetto della Normandia" Vladimir Putin, Petr Poroshenko, Angela Merkel e Francois Hollande, avevano concordato di estendere la validità degli accordi di Minsk per il 2016.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала