Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministri Esteri delle monarchie arabe sunnite del Golfo condurranno incontro su Iran

© East News / Abd Rabbo AmmarSalman bin Abdulaziz Al Saud, il re dell'Arabia Saudita.
Salman bin Abdulaziz Al Saud, il re dell'Arabia Saudita. - Sputnik Italia
Seguici su
L'incontro dei rappresentanti degli Stati arabi del Golfo sarà dedicato all'analisi della situazione che si è sviluppata a seguito degli assalti all'Ambasciata saudita di Teheran e al Consolato saudita di Mashhad, provocati dall'esecuzione decisa dalle autorità di Riyadh del popolare predicatore sciita Nimr al- Nimr.

Il Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG) condurrà sabato una riunione di emergenza, il cui tema centrale sarà l'attacco contro le rappresentanze diplomatiche saudite in Iran, si legge in un comunicato dell'organizzazione.

"L'incontro sarà dedicato all'analisi delle sfide legate agli attacchi all'Ambasciata a Teheran e al Consolato a Mashhad del Regno saudita," — si afferma nel testo del comunicato della segreteria del CCG.

Sabato scorso il ministero dell'Interno saudita aveva annunciato l'esecuzione di 47 persone, tra cui il predicatore sciita Nimr al-Nimr. La notizia dell'esecuzione della sua condanna a morte ha provocato l'indignazione dei leader politici e religiosi sciiti ed ha scatenato le proteste di migliaia di persone, le cui violenze hanno portato alla rottura delle relazioni diplomatiche fra Riyad e Teheran. Per solidarietà con Riyadh alcuni Paesi del mondo arabo e sunnita hanno rotto le relazioni diplomatiche con l'Iran: i primi a seguire l'esempio saudita sono stati il Bahrain e il Sudan.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала