Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

UE contro Polonia per la legge sui media

Seguici su
Il commissario per l'economia digitale Ottinger presenterà il prossimo 13 gennaio una procedura di infrazione con l'accusa di violazione dei valori europei.

All'indomani dell'approvazione della contestatissima nuova legge sui media in Polonia, la Commissione Europea minaccia l'apertura di una procedura di infrazione. Con il controllo da parte del governo sulle televisioni pubbliche, questa è l'accusa partita in queste ore da Bruxelles, si violano apertamente i valori europei.

"Molte cose ci spingono ad attivare il meccanismo sullo stato di diritto e a porre Varsavia sotto sorveglianza".

Si è espresso così Gunther Ottinger, commissario UE all'economia digitale, in un'intervista apparsa oggi sulle pagine dell'Allgemeine Zeitung.

Varsavia ha ancora tempo per operare modifiche alla legge, così come richiesto dalla Commissione, ma in caso contrario è già pronto a partire l'iter per la procedura di infrazione "per violazione dei valori europei fondamentali", con conseguenze che possono arrivare al ritiro del diritto di voto in Consiglio Europeo.

La nuova legge approvata dai due rami del Parlamento polacco alla fine del 2015 concede al ministero del Tesoro di Varsavia il potere di nomina dei responsabili di tv e radio pubbliche, e non più per concorso come avvenuto fino ad oggi. Immediata la reazione da parte dei direttori dei principali media del network pubblico, che hanno presentato dimissioni di massa lanciando l'allarme sulla libertà di parole e sul pluralismo nel Paese.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала