Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Terrorismo, Italia espelle cittadino marocchino

© Foto : Ed YourdonBandiera italiana, il Vittoriano
Bandiera italiana, il Vittoriano - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro degli Interni italiano Alfano firma il decreto di espulsione per un cittadino marocchino residente in Veneto. Voleva “far esplodere Roma”.

Manifestava pubblicamente la propria contrarietà agli interventi militari occidentali contro il Daesh e meditava una vendetta contro l'Italia. Sarebbero queste le evidenze investigative alla base del provvedimento di espulsione firmato ieri dal ministro degli Interni italiano, Angelino Alfano, nei confronti di un cittadino marocchino residente a Monselice, nel padovano.

L'uomo conosciuto negli ambienti della comunità islamica della cittadina veneta, rappresentava "un pericolo per la sicurezza" ha affermato Alfano, che ha deciso la sua espulsione dopo quanto rilevato dai carabinieri del Ros e dal Comitato di analisi strategica antiterrorismo, con la minaccia reiterata di copiere azioni terroristiche di vendetta.

"Fare esplodere la città di Roma" in quanto è da lì che "deve iniziare l'Islam". Queste le farneticanti promesse di Adil Bamaarouf, che nei mesi precedenti all'espulsione si era gradualmente allontanato dalla comunità islamica locale per abbracciare un credo fondamentalista, improntato alla chiusura totale nei confronti del mondo occidentale. Secondo quanto riferito da testimoni, gli inquirenti avrebbero raccolto anche informazioni circa la volontà da parte dell'uomo di raggiungere la Siria, tramite la Trchia, per unirsi ai miliziani del Daesh.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала