Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Terrorismo, ricercatrice libica fermata in Italia

Seguici su
Secondo gli inquirenti una dottoranda presso l'Università di Palermo era in contatto con ambienti estremisti.

Fermata, interrogata e rilasciata con obbligo di dimora una ricercatrice libica arrestata questa mattina dalla Digos di Palermo. La giovane studentessa, in Italia per un dottorato di ricerca presso la facoltà di Economia all'Università del capoluogo siciliano è sotto indagine della Procura di Palermo per istigazione alla jihad. Sul profilo Facebook della donna, nel mirino degli inquirenti da settimane, rintracciate prove di contatti con ambienti estremisti in Belgio e Gran Bretagna e con potenziali foreign fighters.

La donna, Khadiga Shabbi, rilanciava sui social network materiale propagandistico jihadista con una frequenza tale da venir considerata dagli investigatori siciliani come "soggetto a disposizione" dell'organizzazione terroristica al Ansar al Sharia Lybia. Da intercettazioni telefoniche poi risulterebbero diversi suoi tentativi di far arrivare in Italia un suo nipote, impegnato nelle milizie islamiche e morto prima di compiere il viaggio in Italia nel corso di un bombardamento su Bengasi. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала