Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Turchia inventa un nuovo trucco per ripristinare relazioni con la Russia

© Sputnik . Alexei Druzhinin / Vai alla galleria fotograficaVladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan
Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia
Seguici su
I sostenitori del partito al governo della Turchia hanno iniziato una campagna sui social network contro il Comandante dell'Aeronautica Militare addossandogli completamente la colpa per l'incidente del Su-24 abbattuto e quindi giustificare Erdogan.

I sostenitori del partito al governo della Turchia hanno cominciato ad accusare attivamente il Comandante dell'Aeronautica Militare Abidin Unal accusandolo dell'abbattimento del bombardiere russo. La campagna contro Unal è stata lanciata sui social network, questo è quanto riportato dal Deutsche Wirtschafts Nachrichtenso riferendosi al giornale turco Sözcü.

Così, il presidente Erdogan vuole proteggersi dai sospetti e dalle accuse mosse dal generale dell'Aeronautica Militare turca unico colpevole nella distruzione del velivolo russo, conclude l'edizione tedesca. L'entourage del Presidente turco esiggono le dimissioni del generale, con l'accusa di essere l'unico responsabile dell'attacco del jet russo Su-24, il cui costo è stato il deterioramento delle relazioni con la Russia.

 

"Fallito, incompetente, che si nascondeva dietro Erdogan e non vuole ammettere la sua colpa", sono queste le parole usate dagli utenti delle reti sociali contro Unal.

 

L'edizione tedesca ha dubbi che la Russia creda a questa versione, dato che solo il Presidente, in veste di comandante delle forze armate del paese, potrebbe dare l'ordine di abbattere un aereo. Pertanto, l'attacco al capo dell'Aeronautica Militare turca può essere visto solo come un espediente di Erdogan per alleviare la tensione nei rapporti con la Russia.

Il bombardiere russo Su-24 è stato abbattuto da un F-16 turco sul territorio siriano ed è caduto a quattro chilometri dal confine con la Turchia. Lo Stato Maggiore russo ha detto che il jet non ha attraversato il confine con la Turchia, e questo è confermato sia dai dati della difesa aerea siriana, così come dal Pentagono. La Turchia sostiene che l'aereo russo è entrato nel suo spazio aereo. Il pilota del Su-24 Oleg Peshkov è stato ucciso dopo l'espulsione dal velivolo dai militanti presenti nel territorio controllato dai turkmen siriani. Illeso il co-pilota Konstantin Murahtin che ha riferito che il velivolo non ha attraversato il confine e di non aver ricevuto nessun avvertimento dal caccia turco.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала