Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Forbes rivela i motivi per cui la NATO non potrà sconfiggere la Russia in ipotetica guerra

© Aleksey Vladykin / Vai alla galleria fotograficaTank russo T-90S
Tank russo T-90S - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia ha una serie di vantaggi che possono garantire il successo delle forze armate russe in un ipotetico conflitto armato con l'Alleanza Atlantica, ritiene l'editorialista della rivista americana.

A seguito del peggioramento del contesto delle relazioni internazionali nei media si incontrano sempre più articoli su come si possa sviluppare un conflitto militare ipotetico tra la Russia e la NATO. L'editorialista di "Forbes" Loren Thompson crede che la Russia abbia una serie di vantaggi che possono assicurarle il successo in un ipotetico conflitto armato.

In primo luogo, secondo Thompson, la NATO ha trascurato la preparazione a respingere le minacce di armamenti ad alta tecnologia.

"Quindici anni di guerra contro i combattenti in Asia centrale hanno reso l'esercito ben attrezzato per combattere guerriglieri come i terroristi del Daesh (ISIS), ma molto meno preparato ad affrontare un nemico dotato di carri armati, artiglieria ed aerei d'attacco," — si rileva in questo articolo.

Inoltre, dal punto di vista dell'editorialista, la Russia godrebbe di un enorme vantaggio geografico in un conflitto ipotetico.

Secondo Thompson, la Russia è storicamente abituata a combattere a terra e dato il massiccio dispiegamento delle forze armate nella parte occidentale del Paese, Mosca può concentrare rapidamente i suoi militari, sottolinea l'editorialista.

L'autore dell'articolo è convinto inoltre che il supporto aereo della NATO non possa essere efficace perché la Russia ha un grande potenziale nella difesa aerea.

L'editorialista ritiene inoltre che le armi russe stiano diventando sempre più potenti.

"Dal momento che i militari russi stanno diventando sempre più professionali, la Russia ha introdotto diverse armi convenzionali avanzate, mentre gli USA e i suoi alleati investono poco nelle nuove tecnologie," — scrive Thompson.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала