Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il “day after” in Turchia dopo sanzioni: “serve mantenere canali comunicazione con Russia”

© REUTERS / Murad Sezer Il primo ministro della Turchia Ahmet Davutoglu
Il primo ministro della Turchia Ahmet Davutoglu - Sputnik Italia
Seguici su
I tentativi di attribuire alla Turchia la responsabilità della crisi sono illegali secondo il diritto internazionale e nell'ambito dell'amicizia e dei rapporti di buon vicinato tra la Russia e la Turchia, ha dichiarato il primo ministro turco Ahmet Davutoglu.

Durante la crisi nei rapporti con Mosca dopo l'incidente con il bombardiere russo Su-24 abbattuto al confine turco-siriano, Ankara ritiene una priorità mantenere tutti i canali di comunicazione aperti con la Russia, ha affermato oggi il primo ministro turco Ahmet Davutoglu.

"La nostra priorità è tenere aperti tutti i canali di comunicazione con la Russia," — ha detto Davutoglu.

Il premier turco ha aggiunto che per la Russia le relazioni economiche con la Turchia sono altrettanto importanti come per la Turchia.

"I tentativi di attribuire ad Ankara la responsabilità della crisi tra Russia e Turchia sono illegali dal punto di vista del diritto internazionale e nell'ambito dell'amicizia e dei rapporti di buon vicinato tra la Russia e la Turchia. Se cerchiamo un responsabile, allora serve iniziare dal Paese che molte volte prima ha violato il nostro spazio aereo. Le ultime dichiarazioni di Mosca non sono parole che possono essere considerate dal punto di vista delle relazioni di buon vicinato", — ha detto oggi ai giornalisti il premier Davutoglu.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала