Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Generale russo: Su-24 in Siria poteva essere abbattuto sia da terra che da aria

© Sputnik . Dmitriy Vinogradov / Vai alla galleria fotograficaRussian Su-24 front-line bomber jet takes off at Latakia airport, Syria
Russian Su-24 front-line bomber jet takes off at Latakia airport, Syria - Sputnik Italia
Seguici su
Turchia ha delle armi con base in terra che hanno un raggio d’azione che si inquadra nei parametri del volo del jet russo che è stato abbattuto.

Si tratta dei sistemi i-Hawk e dei missili Patriot americani. Nel contempo non si può escludere che l'aereo sia stato abbattuto da un caccia F-16.

Il bombardiere russo Su-24 poteva essere abbattuto nel cielo della Siria sia con i mezzi di terra della difesa contraerea, sia da un aereo, ma solo in determinate circostanze, ha detto all'agenzia RIA Novosti l'ex vice comandante della difesa contraerea dell'esercito russo Alexander Luzan.

Martedì un Su-24 dell'aeronautica russa è precipitato in Siria. I ministero della Difesa della Russia ha comunicato che presumibilmente l'aereo  stato abbattuto da un missile sparato da terra. Secondo il ministero, l'aereo si trovava alla quota di 6000 metri.

In generale Luzan, intervistato da RIA Novosti, ha rilevato che in territorio della Turchia sono dislocati dei mezzi di terra il cui raggio d'azione si inquadra nei parametri del volo del jet russo. Si tratta dei sistemi i-Hawk e dei missili Patriot americani che possono colpire bersagli alla distanza di 100 km.

"Turchia ha sistemi americani i-Hawk a media gittata che, secondo i vari dati, hanno la tangenza tra 18 e 29 km. Questo missile è dotato di una testata ad autopuntamento di tipo semiattivo. Si tratta di quote raggiungibili per questo missile", — ha detto l'interlocutore dell'agenzia.

"Quanto ai missili Patriot, non era neanche necessario che fossero schierati al confine, se il Su-24 si trovava alla quota di 6 km, i Patriot lo potevano abbattere senza problemi".

Al tempo stesso non si esclude l'ipotesi di abbattimento con un missile lanciato da un caccia F-16, ma per questo il caccia doveva trovarsi dietro al bombardiere russo. In questo caso l'equipaggio se ne sarebbe accorto e avrebbe segnalato l'attacco.

"Gli F-16 usano missili "aria-aria" Sidewinder, il caccia avrebbe dovuto trovarsi alla distanza di 3-5 km. In tal caso l'equipaggio del Su-24 se ne sarebbe accorto e avrebbe segnalato l'attacco alla torre di controllo. L'attacco doveva partire da dietro, perché per gli attacchi frontali il missile Sidewinder non è adatto", — ha spiegato il generale.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала