Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Italia e Germania insieme per il superamento del regolamento di Dublino

© REUTERS / Michaela RehleMigranti al confine austriaco-tedesco
Migranti al confine austriaco-tedesco - Sputnik Italia
Seguici su
“Sono in gioco i valori stessi - di pace, libertà e rispetto dei diritti umani - su cui è nata l'Unione Europea”. Lettera di Gentiloni e Steinmeier a La Stampa.

"Dopo gli attentati di Parigi, Italia e Germania sono ancora più convinte della necessità di contrastare con fermezza e coesione il terrorismo. Allo stesso tempo, riteniamo fondamentale evitare qualsiasi confusione tra terroristi e profughi. Dobbiamo distinguere nettamente tra chi è portatore di odio e morte e chi — migliaia di donne, uomini e bambini — è in fuga da guerre, persecuzioni e dalla stessa violenza di Daesh". Lo scrivono Paolo Gentiloni e Frank-Walter Steinmeier, ex ministro degli Esteri tedesco ed oggi deputato della Spd, in un intervento pubblicato da La Stampa.

"Oltre alla drammatica minaccia del terrorismo, l'Europa ha di fronte una sfida migratoria che è epocale, globale e di lungo periodo — si legge. La posta in gioco è alta. Nel dramma di migliaia di persone che fuggono guerre e povertà, e nell'imperativo morale di salvare prima di tutto le loro vite umane, sono in gioco i valori stessi — di pace, libertà e rispetto dei diritti umani — su cui è nata l'Unione Europea. Sono in gioco la nostra identità e coesione, il futuro stesso del progetto europeo".

Gentiloni e Steinmeier sottolineano che "Italia e Germania continueranno a cooperare attivamente. Anzitutto, vigileremo affinché gli impegni già presi dal Consiglio Europeo, e che segnano comunque un progresso incoraggiante, vengano pienamente attuati. Tra questi rientrano l'effettiva ricollocazione di 160mila richiedenti asilo dagli Stati membri più esposti; la realizzazione degli hotspots; l'attivazione di un efficace sistema a livello europeo di rimpatri dei migranti economici".

"In secondo luogo — proseguono Paolo Gentiloni e Frank-Walter Steinmeier — Italia e Germania continueranno a promuovere presso le istituzioni europee e gli altri Stati membri la necessità di completare al più presto il quadro delle misure a disposizione della Ue per gestire la questione migratoria. Gli obiettivi principali su cui concentreremo la nostra azione sono l'affermazione di un sistema di ripartizione permanente e obbligatoria dei profughi che giungono nei Paesi europei di prima accoglienza; il superamento del Regolamento di Dublino con un comune sistema di asilo europeo; il rafforzamento della lotta ai trafficanti di esseri umani; l'apertura di nuovi canali legali di immigrazione affinché un'Europa in rapido invecchiamento possa cogliere anche le opportunità offerte da tale fenomeno. Il terzo binario sul quale lavoreremo insieme, concerne una cooperazione più stretta con i Paesi di origine e transito dei flussi, con l'obiettivo di definire con loro un nuovo partenariato".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала