Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Attacco alle spalle" ora i russi non andranno più in vacanza in Turchia

Seguici su
"Attacco alle spalle". Così ha definito Vladimir Putin l'abbattimento del caccia SU-24 russo in Siria, aggiungendo che quanto successo avrà negative conseguenze nelle relazioni tra la Turchia e la Russia. Monitorando i social network si può già capire quali possano essere: i russi non andranno più in vacanza in Turchia.

​L'hashtag #ударвспину — "Attacco alle spalle" è diventato subito trend su twitter e l'umore comune degli uteni russi è sintetizzabile nel rifiuto a "dar da mangiare" alla Turchia, intesa come metà turistica che per i russi è da anni molto popolare. Intanto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha annullato la visita in Turchia prevista nella seconda metà della settimana.

Si moltiplicano i post di cordoglio in memoria del pilota del caccia SU-24 abbattuto:

​Мало била Россия турков за 500 лет… За парня ответите. #УдарВСпину pic.twitter.com/nj3RYTzIJM

Il tour operator Natalie Tours ha comunicato che sospenderà fino a data da destinarsi la vendita di pacchetti turistici verso la Turchia per motivi di sicurezza, seguendo l'indicazione diramata dal membro del comitato per gli affari esteri del Consiglio della Federazione russo Igor Morozov:

"La Turchia deve essere inclusa nell'elenco dei paesi con cui la Russia ha interrotto i collegamenti aerei. I turisti russi non devono trovarsi sul territorio di un paese dove non è garantita la loro sicurezza. I turisti russi non possono essere al sicuro in un paese dove abbattono gli aerei russi". 


"Non ci serve questo all'inclusive"

Non ci serve questo "all inclusive"
Non ci serve questo all inclusive - Sputnik Italia
Non ci serve questo "all inclusive"

 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала