Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I cinque più grandi creditori degli USA hanno chiesto i propri soldi indietro

© Sputnik . Mihail KutuzovLa crisi del settore energetico aumenta il rischio di conseguenze sistemiche sulla finanza globale.
La crisi del settore energetico aumenta il rischio di conseguenze sistemiche sulla finanza globale. - Sputnik Italia
Seguici su
I cinque maggiori detentori di buoni americani del Tesoro hanno venduto i loro titoli nel mese di settembre.

Secondo i dati del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, la Cina ha liquidato dal debito pubblico americano 12,5 miliardi di dollari, il Giappone 19,9 miliardi di dollari, le società offshore dei Caraibi 7,2 miliardi di dollari, l'OPEC 1,9 miliardi di dollari, il Brasile 3,7 miliardi di dollari: complessivamente sono usciti 45,2 miliardi di dollari.

L'investimento della Russia si è leggermente ridotto di 800 milioni di dollari fino a 89,1 miliardi di dollari. La scorsa estate tra agosto e luglio la Banca Centrale russa aveva acquistato bond USA per una cifra record, investendo 21,4 miliardi di dollari.

A settembre si sono aggiunti all'elenco di venditori dei buoni del Tesoro USA il Regno Unito (8,9 miliardi di dollari) e l'India (2,1 miliardi di dollari).

I Paesi dei BRICS hanno tolto dal debito degli Stati Uniti 18,9 miliardi di dollari.

Queste vendite sono state compensate dagli acquisti di Irlanda, Svizzera, Lussemburgo, Singapore ed altri creditori.

Dall'inizio dell'anno la Federal Reserve ha venduto titoli di Stato pari a 115,3 miliardi di dollari.

Se entro la fine dell'anno i dati non cambieranno, il 2015 sarà il primo anno nella storia che i creditori sovrani pretenderanno di essere rimborsati dei propri investimenti alla scadenza dei titoli.  

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала