Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

ISIS, Pinotti: Bombardare non è un tabù

© AFP 2021 / Armend NimaniRoberta Pinotti
Roberta Pinotti - Sputnik Italia
Seguici su
Nelle ore in cui in tutte le capitali europee l'allerta è ai massimi livelli, il ministro della Difesa italiano torna a parlare di un ruolo attivo dell'Italia nell'azione contro lo Stato Islamico: decideremo insieme al Parlamento.

Decollo di un Tornado GR.1 della RAF e del prototipo F.2. - Sputnik Italia
Perché c’è fretta di mandare i nostri Tornado contro l’ISIS
L'Italia prenderà in considerazione l'ipotesi di un ruolo attivo nei raid aerei della coalizione internazionale contro l'ISIS "se lo deciderà l'alleazna di cui facciamo parte". E' questa l'opinione del ministro della Difesa italiano, Roberta Pinotti, che ha rilasciato in queste delicate ore seguite agli attentati di Parigi un'intervista a Il Messaggero, tornando su un argomento già trattato nelle ultime settimane, ossia la partecipazione italiana ai bombardamenti in Iraq e Siria.

"Se bombardare con i Tornado italiani è l'elemento più utile per mettere in sicurezza la popolazione irachena, i bambini, le donne, i vecchi e distruggere i depositi di munizioni, può essere uno strumento. Non è un tabu e non  detto che che in futuro non lo riterremo necessario".

Così il ministro italiano, con la precisazione che qualsiasi decisione verrà presa con il più ampio consenso del Parlamento, "perchè le forze armate hanno bisogno di sentire tutto il Paese vicino". Poi un giudizio sulla lotta all'ISIS, con la convinzione che lo Stato Islamico stia subendo un duro colpo, dopo l'iniziale crescita. "All'inizio l'ISIS si espandeva in una cavalcata trionfale che non sembrava avere limiti — ha detto il ministro Pinotti — da mesi invece perde terreno".

Infine il ministro ha descritto lo scenario interno, con il monitoraggio di potenziali foreign fighter ad un livello di vigilanza definito "a uomo".

"Nessuno può pensare che siamo esenti da rischi — ha concluso il ministro — ma grazie ad una forte azione preventiva stiamo facendo di tutto perchè non possano nuocerci". 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала