Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vittoria della Russia vs ISIS e forze sostenute da USA in Siria paragonabile a Stalingrado

© Sputnik . esclusiva, Dmitriy VinogradovGli aerei russi Su-24 nella base aerea vicino a Latakia, Siria.
Gli aerei russi Su-24 nella base aerea vicino a Latakia, Siria. - Sputnik Italia
Seguici su
Contrariamente alle previsioni dell'Occidente, la Russia non solo non è stata sconfitta in Siria, ma ha per di più ottenuto una vittoria, paragonabile alla battaglia di Stalingrado, contro un complesso di forze criminali sostenute da parte dei governi occidentali e dai loro fantocci terroristi, ritiene l'analista britannico Finian Cunningham.

I recenti successi dell'esercito siriano riguardo la liberazione dell'aeroporto e delle zone limitrofe di Aleppo dai terroristi dimostrano che Vladimir Putin aveva ragione quando ha deciso di lanciare l'operazione militare aerea in Siria, ritiene l'editorialista di Sputnik Finian Cunningham.

Secondo l'analista, quando Mosca aveva annunciato l'inizio dei raid, il presidente USA Barack Obama aveva criticato duramente questa decisione, dichiarando pubblicamente che l'operazione era destinata al fallimento. Gli Stati Uniti e i loro alleati occidentali sarebbero stati felici se la Russia si sarebbe "impantanata" in Siria, tuttavia questo scenario non si è verificato.

Dopo un anno dall'inizio dei bombardamenti USA sullo "Stato Islamico", la minaccia rappresentata dagli estremisti in Siria non è stata mai così forte. Tuttavia in un solo mese e mezzo la Russia è riuscita a mettere in fuga i terroristi, osserva l'analista. Secondo lui, al contrario della propaganda occidentale, i raid della Russia erano e sono diretti proprio contro ISIS, come conferma il loro ritiro dall'aeroporto Kuveyris di Aleppo.

Nell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il presidente Putin aveva offerto agli Stati Uniti di unirsi alla campagna contro i terroristi, ma la proposta venne declinata: in questo modo venne smascherato il bluff di Washington, afferma Cunningham.

L'Occidente non ha mai voluto combattere seriamente ISIS e invece di sostenere Mosca ha scatenato una campagna mediatica antirussa, accusando Mosca di aver provocato vittime civili nei raid in Siria.

Grazie ai raid dell'Aviazione russa, l'esercito siriano è riuscito ad invertire il corso degli eventi e la gente a Damasco e in altre città celebra la liberazione dai terroristi appoggiati dall'Occidente.

Se non fosse per l'intervento della Russia, secondo l'autore, non ci sarebbe l'opportunità di una soluzione politica del conflitto, che si è aperta oggi.

L'operazione militare della Russia in Siria la battaglia di Stalingrado dei nostri tempi, ritiene l'analista. Secondo lui, Mosca è riuscita a vincere su una serie di forze criminali sostenute dai governi occidentali e dai loro burattini terroristici. Nel duello con l'Occidente, la Russia conduce con il punteggio di 1-0, conclude Cunningham.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала