Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Putin: in Siria avevamo sperato in coordinamento delle nostre azioni

© Sputnik . Aleksey Nikolskyi / Vai alla galleria fotograficaVladimir Putin e Barack Obama
Vladimir Putin e Barack Obama - Sputnik Italia
Seguici su
In Siria Mosca aveva sperato in uno stretto coordinamento delle sue azioni con i militari e gli esperti della coalizione anti-ISIS guidata dagli Stati Uniti, tuttavia la reazione è stata piuttosto fredda.

Washington non ha accettato nemmeno la proposta di firmare un accordo speciale per il salvataggio degli equipaggi degli aerei, ha dichiarato il presidente della Russia Vladimir Putin.

"Avevamo informato in anticipo la parte americana e i dirigenti della NATO dell'inizio delle operazioni di guerra. Speravamo che ci sarebbe stato almeno uno stretto coordinamento, normale in tali casi, con i militari e gli esperti della coalizione internazionale guidata dagli americani, pur considerando tutte le differenze di principio, in merito alla crisi siriana, che esistono tra l'approccio della Russia e quello degli Stati Uniti", — ha detto Putin in un'intervista ai media della Russia e della Turchia.

Putin ha rilevato che "la reazione da parte dei partner americani e occidentali è stata piuttosto fredda". "Anche se si potrebbe pensare che l'ISIS e gli altri analoghi gruppi estremistici, che stanno operando in Siria, rappresentino per i nostri paesi una minaccia indubbiamente comune", — ha osservato Vladimir Putin.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала