Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La fregata di Pietro il Grande approda sulle coste italiane

© Foto : fornita da Tatiana SantiLa fregata Shtandart di Pietro il Grande
La fregata Shtandart di Pietro il Grande - Sputnik Italia
Seguici su
La fregata Shtandart di Pietro il Grande naviga tra le onde del Mediterraneo e approda sulle coste italiane! Sembra un miraggio, ma è un veliero vero e proprio, bellissimo e unico nel vero senso della parola.

Nel porto di Roma, ad Ostia, da lontano si nota sventolare una grande bandiera della Russia e poi si scorge un veliero bellissimo, come quelli che si vedono nei film e nei libri. Non potevamo perderci l'occasione di salire a bordo e partecipare ad un viaggio nel tempo. Ad accoglierci il capitano Vladimir che ci ha gentilmente mostrato tutta la nave, costruita totalmente a mano. È un'emozione incredibile trovarsi a bordo di un veliero storico con tanto di cannoni!

Ognuno può trovarsi a bordo della magnifica Shtandart e partecipare ad una fantastica avventura. La squadra del veliero infatti organizza dei corsi per insegnare ai partecipanti l'arte della navigazione, ai quali ci si può iscrivere sul sito della nave.

Il capitano Vladimir ha rilasciato un'intervista a Sputnik Italia raccontando del suo progetto e del veliero Shandart, che farà tappa prossimamente a Genova, Roma e Palermo.

— Capitano, ci racconti di questo veliero e della vostra storia.

© Foto : fornita da Tatiana SantiTatiana Santi con il capitano Vladimir
Tatiana Santi con il capitano Vladimir - Sputnik Italia
Tatiana Santi con il capitano Vladimir

— L'idea di costruire questa nave era nata perché nella capitale marittima della Russia, San Pietroburgo, non c'erano più velieri. Abbiamo deciso di cambiare le cose.

Come sapete, Pietro il Grande è stato per un periodo in Olanda, in sei mesi costruì una nave molto simile a questa dove ci troviamo adesso, delle stesse dimensioni. Uno storico dell'Hermitage per tre anni si occupò di numerose ricerche sulla famosa nave Shtandart, ne fece una ricostruzione storica. Esattamente questi giorni festeggiamo i 21 anni del nostro grande progetto, il nostro veliero Shtandart, una replica perfetta del progetto di Pietro il Grande.

All'inizio eravamo solo in tre. Prima abbiamo costruito lo scheletro della struttura, ci abbiamo impiegato 2 anni. Poi il progetto diventò famoso, la nostra squadra si allargò, abbiamo conosciuto uno sponsor inglese e finalmente sono arrivati i primi soldi. Gli alberi utilizzati per la nave provengono dal boschetto piantato dallo stesso Pietro il Grande, sono alberi di larice. L'accademia delle scienze ci ha dato il permesso ufficiale per utilizzare 60 alberi. Abbiamo utilizzato 8.000 chiodi fusi da noi stessi. Anche le vele del veliero sono state fatte a mano come tutto il resto. Ovviamente però all'interno della nave abbiamo introdotto il motore. Le onde più grandi che abbiamo incontrato erano di 8-9 metri. Il progetto è totalmente volontario.

© Foto : fornita da Tatiana SantiLa fregata Shtandart di Pietro il Grande
La fregata Shtandart di Pietro il Grande - Sputnik Italia
1/3
La fregata Shtandart di Pietro il Grande
© Foto : fornita da Tatiana SantiLa fregata Shtandart di Pietro il Grande
La fregata Shtandart di Pietro il Grande - Sputnik Italia
2/3
La fregata Shtandart di Pietro il Grande
© Foto : fornita da Tatiana SantiLa fregata Shtandart di Pietro il Grande
La fregata Shtandart di Pietro il Grande - Sputnik Italia
3/3
La fregata Shtandart di Pietro il Grande
1/3
La fregata Shtandart di Pietro il Grande
2/3
La fregata Shtandart di Pietro il Grande
3/3
La fregata Shtandart di Pietro il Grande

— Insegnate a bordo l'arte della navigazione. Di che cosa si tratta? Dopo Ostia dove andrete?

— Noi facciamo dei corsi sulla nostra nave, abbiamo un sito dove ci si può iscrivere. Sul sito ci sono le nostre rotte, ognuno può prenotarsi un posto a bordo attraverso il sito. Durante i corsi insegniamo come si lavora su un veliero, come spiegare le vele, come ci si arrampica sull'albero della nave, come dirigere il mezzo.

È la prima volta che veniamo nel Mediterraneo, dopo Roma la nostra tappa è Genova, dopodiché torneremo nella capitale per dirigerci a sud, verso Palermo.

Quindi il nostro viaggio non è fatto di cocktail e relax, si tratta bensì di lavorare sul veliero e di imparare l'arte della navigazione, inoltre facciamo conoscere una parte della nostra cultura russa.

È già da 16 anni che andiamo in giro per mari con il nostro veliero e la nostra nave è aperta a tutti! Buona navigazione!

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала