Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Kiev può scaricare la colpa dei crimini di guerra nel Donbass sui battaglioni paramilitari

© Foto : Alessandro BertoldiZakharchenko, presidente dell'Autoproclamata repubblica di Donetsk
Zakharchenko, presidente dell'Autoproclamata repubblica di Donetsk - Sputnik Italia
Seguici su
Kiev tiene i battaglioni di volontari nei pressi della linea di demarcazione nel Donbass per evitare che si rivoltino contro l'attuale governo, aveva dichiarato in precedenza il leader dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko.

Kiev può incolpare i battaglioni paramilitari di volontari dei crimini di guerra commessi nel Donbass, dal momento che "non sono molto più utili a questo governo", ha detto a "RIA Novosti" il presidente dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko.

"I battaglioni volontari oggi rappresentano un fastidio per Kiev, scaricare su di loro tutti i fallimenti e crimini è un'idea molto allettante per queste autorità. A noi non ci importa nulla. Conosciamo perfettamente chi si è macchiato di questi crimini e chi ha voluto questa guerra. Conosciamo il numero dei crimini di guerra e la loro natura," — ha detto Zakharchenko.

In precedenza Zakharchenko aveva dichiarato che Kiev tiene i paramilitari nei pressi della linea di demarcazione del fronte del Donbass affinchè non si rivoltino contro il governo.

"Kiev controlla poco questi battaglioni, se addirittura non li controlla affatto. Regna l'anarchia. Kiev capisce perfettamente che se non si offre a loro un nemico esterno, le Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, troveranno il nemico all'interno e punteranno le loro armi in direzione di Kiev. Naturalmente hanno paura, per questo li tengono sulla linea di demarcazione,"- ha detto Zakharchenko.

Ad aprile dello scorso anno le autorità ucraine hanno lanciato un'operazione militare contro le autoproclamate Repubbliche di Donetsk (DNR) e Lugansk (LNR). Secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, le vittime dall'inizio del conflitto sono più di 8mila. La normalizzazione della situazione nel Donbass viene discussa anche nei colloqui del gruppo di contatto a Minsk, che dallo scorso settembre ha adottato tre documenti che disciplinano le operazioni di de-escalation del conflitto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала