Sciagura nel Sinai

Seguici suTelegram
La parte egiziana esclude l'ipotesi di abbattimento dell'aereo da parte dei ribelli che sono attivi nel Sinai.

 

Airbus A321-231 - Sputnik Italia
In Egitto trovate le macerie dell’aereo russo scomparso dai radar
Il governo egiziano, riunito d'urgenza per discutere l'accaduto, ha già creato una commissione d'inchiesta. L'ufficio del primo ministro ha confermato la caduta nel Sinai di un Airbus-321 russo con a bordo 217 passeggeri e 7 membri dell'equipaggio.

Si comunica che l'aereo russo, in volo da Sharm el-Sheikh a San Pietroburgo, è precipitato nel Nord del Sinai a 100 km dalla città di Al-Arish.

Riferendosi alle le fonti delle forze di sicurezza, la televisione Al Arabiya comunica che l'aereo è completamente distrutto. Secondo le fonti citate, "tutte le persone che si trovavano a bordo probabilmente sono morte".

Poco prima della scomparsa dai radai, il pilota dell'aereo russo aveva chiesto atterraggio d'emergenza. Secondo le fonti dell'aeroporto internazionale del Cairo, l'aereo si trovava alla quota di 9000 metri, quando il pilota ha contattato la torre di controllo, chiedendo atterraggio d'emergenza a causa di malfunzionamento della stazione radio di bordo. Dopo ciò la comunicazione si è interrotta.

La parte egiziana esclude l'ipotesi di abbattimento dell'aereo da parte dei ribelli che sono attivi nel Sinai. Lo ha comunicato il canale "Sky News Arabia".

Secondo i primi dati comunicati dalle autorità egiziane, l'aereo è scomparso dai radar mentre si trovava sopra un'area montana, dove si riparano gli estremisti che lottano contro il governo del paese.

Le fonti del Cairo rilevano che la sciagura può essere stata causata da un guasto al motore con la conseguente perdita del controllo. Anche queste fonti hanno totalmente escluso l'ipotesi di abbattimento.    

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала